in ,

Michael Schumacher, un microchip in testa e una sedia a rotelle tecnologica per tornare alla vita

Le condizioni di Michael Schumacher migliorano giorno dopo giorno. Sul sito del Mirror, il quotidiano inglese, è stata data la notizia che presto l’ex pilota di formula 1 in coma dal 29 dicembre dopo una caduta dagli sci in Francia potrebbe tornare a casa presto. Oggi si definiscono i particolari di come Schumacher verrà dimesso.

condizioni michael schumacher

Alcuni medici croati hanno infatti studiato un microchip che, adeguatamente posizionato nella testa del paziente, lo aiuterebbe a recuperare le funzioni motorie e cognitive. Ora, Michael Schumacher è costretto a letto e comunica con la moglie, le figlie ed i medici attraverso il movimento degli occhi. Il microchip lo potrebbe aiutare addirittura a tornare a camminare. Prima però ci saranno dei passaggi intermedi.

Gli studiosi, infatti, hanno dichiarato che potremmo addirittura vedere il pluricampione del mondo seduto tra poche settimane. Poco dopo, Schumacher potrebbe muoversi autonomamente grazie ad una sedia a rotelle tecnologica, pilotata con la bocca. Permetteteci una battuta: siamo certi che in questo Michael non avrà bisogno dell’aiuto di nessuno! Solo dopo il microchip in testa, potrà servire al campione di tornare a camminare.

Israele

Gaza, strage di civili: altri due bambini uccisi, ma Hamas potrebbe accettare tregua

Andria: Gdf sequestra olio contaminato,16 arresti