in

Michele Venitucci: età, peso, altezza, vita privata dell’attore di “Wine To Love”

Sono trascorsi 18 anni dal debutto di Michele Venitucci nel film Tutto l’amore che c’è di Sergio Rubini e da allora ne è passata di acqua sotto i ponti. Innanzitutto col quel neo sul volto che è un po’ la sua caratteristica, l’attore barese ha finalmente fatto pace: «non è più un disagio», poi tanto cinema, la sua grande passione, e ancora il teatro e la televisione.

Nato a Bari il 4 settembre 1974, Michele Venitucci lascia ben presto la Puglia. L’attore ha sempre amato molto viaggiare: «Ho vissuto 18 anni a Roma, a Buenos Aires sei mesi, a Città del Messico tre, a New York sei, a Barcellona un anno!». Attore di teatro, cinema e televisione, dopo il primo film Tutto l’amore, Sergio Rubini lo richiama per dirigerlo pure nel film del 2002, L’anima gemella. Nel 2006 è la volta di Fuori dalle corde, che gli vale il Pardo D’Argento come miglior attore protagonista al festival di Locarno. L’anno successivo continua con il cinema d’autore in Aspettando il sole, regia di Ago Panini, Il seme della discordia, regia di Pappi Corsicato, e Italian Movies di Matteo Pellegrini. Tante le collaborazioni all’estero con produzioni non italiane: A Woman di Giada Colagrande, Road 47 di Vicente Ferraz, Rocco tiene tu nombre di Angelo Orlando, per il quale si aggiudica il premio come miglior attore al Praga Film Festival, e Tulips del premio Oscar Mike van Diem.

La notorietà arriva sul piccolo schermo grazie alla serie tv di Canale 5 R.I.S. 3 – Delitti imperfetti, dove dal 2007 al 2009 interpreta il ruolo del tenente Giovanni Rinaldi. Tra le altre serie tv a cui ha preso parte Diritto di difesa (2004) e Codice rosso. Nel 2014 Michele Venitucci ha interpretato il ruolo di Stefano Valenti nella nona stagione di Un medico in famiglia. Nel 2018 ha girato la commedia Wine To Love, diretto da Domenico Fortunato. La passione per la recitazione lo accompagna da sempre e pensare che la famiglia aveva in serbo per lui altro: «Mio padre ha un negozio di vernici. E da unico figlio maschio avrebbe voluto vedermi dietro quel bancone. Ci ho provato. È andata male!». Affascinante, il 44enne non si ritiene uno sciupafemmine, tempo fa a “Vanity Fair” aveva rivelato: «Sono single, sogno una compagna “mobile”: disposta a muoversi con me per il mondo, anche con i bambini». Che l’abbia trovata nel frattempo? Difficile dirlo. Michele Venitucci, capelli e occhi scuri, fisico prestante, ci tiene molto alla sua privacy e si tiene lontano dal gossip.

leggi anche l’articolo —> “Wine To Love – I colori dell’amore” stasera su Raiuno: tutto quel che c’è da sapere sulla romantic comedy

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Domenica In 6 gennaio 2019: anticipazioni e curiosità sugli ospiti di Mara Venier

Nadia Toffa Instagram, dichiarazione a sorpresa: «Cenetta con il mio amore grande»