in

Michelle Hunziker inaspettate rivelazioni su “Adrian”: «Impossibile lavorare in quelle condizioni!»

“Adrian”, lo show di Adriano Celentano sarà ricordato per una serie di motivi: le spese esagerate che hanno disatteso le aspettative, l’assenza più presenza che mai del Molleggiato e il mistero che ha caratterizzato sin da subito il programma targato Mediaset. Ad abbandonare la nave prima che affondasse Michelle Hunziker, che in un’intervista a Il Corriere della sera ha voluto dire la sua su Adrian e sui motivi per cui si è vista costretta a lasciare il progetto: «Sono una grande fan di Adriano e continuerò a stimarlo come artista. Io ci avevo creduto tanto in quel progetto!»

«Mi dispiace anche tanto per Mediaset, per l’investimento di soldi!»

Diciamo che l’esperienza della Hunziker da addetta ai lavori non è stata diversa da quella dei telespettatori. La showgirl di origini svizzere, ma italiana d’adozione, avrebbe dovuto prendere parte allo show “Aspettando Adrian”, che invece è stato portato avanti alla fine soltanto da Nino Frassica &Co. «Aspettavamo ore e ore, girovagando per lo studio, attendendo che arrivasse Celentano. Un giorno finalmente l’ho visto, gli ho detto “Adriano il pubblico vuole te, non la tua assenza. I fan amano te”. Non c’è stato nulla da fare. Così ho deciso di andarmene. Con il senno di poi ho fatto assolutamente la scelta giusta. Visto anche il cartone!», queste le parole di Michelle Hunziker che da imprenditrice si è detta molto amareggiata per il flop e per i costi che ha dovuto sostenere Mediaset, l’azienda per la quale lei stessa lavora: «Mi dispiace anche tanto per Mediaset, per l’investimento di soldi. Ma è stato impossibile lavorare in quelle condizioni in cui nessuno sapeva cosa fare!».

«Le donne denunciano di più! Ci vuole prevenzione e cultura!»

Proprio sul cartone animato Michelle Hunziker ha voluto spendere qualche parola in più, criticando in particolar modo una scena molto contestata pure dal pubblico: «C’è un momento in cui il protagonista (Celentano) salva due ragazze, molto sexy, che sono state aggredite da un gruppo di malviventi che hanno cercato di stuprarle. Si rivolge loro e dice: «Se aveste bevuto qualche bicchierino in meno forse avreste evitato l’increscioso approccio con quei tipi loschi”. Sinceramente quella scena mi ha raggelato!». Per la presentatrice, che si batte da sempre a favore delle donne contro la violenza, quella sequenza del graphic novel è stata una caduta di stile. Non è facile, infatti, contrastare la discriminazione contro il gentil sesso, ma non bisogna arrendersi: «Ora almeno se ne parla tanto, le donne denunciano di più. Un fenomeno di questa portata non lo fermi dall’oggi al domani. Ci vuole prevenzione e cultura!».

leggi anche l’articolo —> Che fine ha fatto Adrian: perché è sparito dal palinsesto di Canale 5

Oscar 2019: i Queen apriranno la cerimonia con Adam Lambert

Mondadori offerte di lavoro: nuove assunzioni in Italia, le posizioni aperte, requisiti, come candidarsi