in

MicroCHIPS: anche Bill Gates finanzia il contraccettivo sottopelle

Entro il 2018 verrà commercializzato, dal team del Massachusetts Institute of Technology (Mit) guidato da Robert Langer : MicroCHIPS, un contraccettivo computerizzato composto da un chip e minuscoli serbatoi che avranno una misura irrisoria (rispettivamente 2 e 1,5 centimetri) da impiantare sottopelle.

bill gates contraccettivo sottocutaneo

Il contraccettivo potrà essere impiantato nei glutei, nel braccio o nell’addome. Il dispositivo rilascerà piccole dosi (30 microgrammi) di un ormone già usato nelle pillole contraccettive e in modo particolare nelle pillole del giorno dopo, il levonorgestrel. MicroCHIPS avrà una durata massima di 16 anni ma potrà essere bloccato in anticipo con un telecomando wireless. Il suo sviluppatore assicura che il prezzo sarà competitivo.

Dal prossimo anno verranno avviate le sperimentazioni pre-cliniche negli Stati Uniti di questo progetto sostenuto anche dalla Bill & Melinda Gates Foundation. L’innovativo microchip a differenza degli altri impiantabili in commercio potrà essere attivato o disattivato autonomamente senza recarsi in clinica. I ricercatori ora stanno continuando a testare il contraccettivo in modo che nessuno possa riprogrammare l’impianto. L’azienda è fiduciosa e crede che all’interno del chip potranno essere inserite altre sostanze da iniettare come l’insulina per quanto riguarda il diabete.

Programmi tv stasera: SuperQuark, Beauty and the Beast, Perception, Temptation Island Il medico della mutua e Il matrimonio del mio miglior amico

Roma News

Roma Cinecittà World: parco tematico dedicato al cinema presentato oggi