in

Migliori conti correnti a zero spese a confronto

BANCOMAT

Queste soluzioni di risparmio e investimento sono sempre più amate dagli italiani, poiché, a differenza dei conti base, contrassegnati da costi talvolta eccessivi, a fronte di guadagni quasi nulli e un’operatività limitata, consentono di ottenere una lunga serie di vantaggi.

Fatte le dovute premesse, mettiamo pure a confronto i migliori conti correnti a zero spese:

1) Conto Arancio (ING Direct)

“Mettetevelo nella zucca” come recita il popolare spot tv. Il conto Arancio è ancora fra i migliori: zero spese, zero costi d’apertura, gratis anche i bonifici on line e allo sportello e i prelievi dagli ATM di altri gruppi bancari. Finita qui? No, persino l’imposta di bollo del conto corrente è a carico di ING Direct.

2) Conto CheBanca!

Conto CheBanca è tra i migliori conti correnti a zero spese. Essendo online, non prevede canoni né il versamento dell’imposta di bollo. Tra gli altri servizi gratuiti, segnaliamo i bonifici online. Gli unici costi sono quelli derivanti dai bonifici eseguiti allo sportello e dai prelievi (3 euro ad operazione). Ad ogni modo un ottimo prodotto per chi ha necessità di gestire il proprio denaro via internet.

3) Conto Fineco

Quando si parla di conti correnti a zero spese, impossibile non prendere in considerazione il conto Fineco. Un gruppo affidabile, che permette di ottenere un conto bancario a zero spese attraverso l’accredito di pensione o stipendio e movimentazioni in conto per almeno 1500 euro.

Canone azzerato o meno, il conto sembrerebbe presentare un’indubbia convenienza: bonifici online e allo sportello gratuiti, identico discorso per prelievi da tutti gli Atm italiani e commissioni di ricarica delle carte prepagate.

Voice of Italy Rai 2

“The Voice of Italy”: il punto della situazione

beautiful soap opera

Beautiful anticipazioni mercoledì 8 maggio: Steffy ripensa a Liam, Karen svela il suo segreto