in ,

Migranti, frontiere aperte in Germania e Austria: in 4 mila alla stazione di Vienna

Un lieto fine per i migranti, per lo più siriani, arrivati in Ungheria con l’intenzione di raggiungere l’Europa che nei giorni scorsi hanno vissuto momenti di tensione e paura.

Il Governo Ungherese, nella notte, ha predisposto un centinaio di pullman per trasportare i migranti che si erano messi in cammino verso le frontiere Austriache. “La misura è stata unica ed eccezionale, resa possibile da una concertazione fra il premier Viktor Orban e il cancelliere austriaco Werner Faymann” ha detto il portavoce ungherese Zoltan Kovacs mentre il Ministro degli Esteri di Budapest, Peter Szijjarto, è convinto che “quello che è successo in Ungheria è il fallimento della politica europea”.

Intanto, nella notte Germania e Austria hanno dato il via libera per l’entrata dei migranti entro i propri confini. Angela Merkel in un’intervista ha ribadito “Il diritto all’asilo politico non ha un limite per quanto riguarda il numero di richiedenti in Germania. In quanto paese forte, economicamente sano abbiamo la forza di fare quanto è necessario”, l’Austria invece torna sul delicato argomento della necessità di una politica europea “I fatti della scorsa notte deve farci aprire gli occhi sulla drammaticità della situazione. Bisogna trovare una soluzione, una risposta veramente europea, pochi Paesi non possono affrontare il problema da soli” ha commentato, infatti, il Ministro degli Esteri Austriaco.

caso ceste ultime notizie

Elena Ceste news: Michele Buoninconti affetto da “sindrome ansiosa reattiva”?

Qualificazioni Euro 2016

Spagna – Slovacchia, Qualificazioni Euro 2016: orario, diretta tv e probabili formazioni