in ,

Migranti incendiano struttura UE a Lesbo: prima il lancio di pietre, poi le fiamme

Tensioni tra i migranti sull’isola di Lesbo dove un gruppo di richiedenti asilo ha attaccato una struttura dell’Unione Europea dandolo alle fiamme; sull’isola greca, uno dei più importanti nodi di smistamento del flusso migratorio del Mediterraneo, erano in corso delle proteste per i ritardi con cui vengono gestite le domande di asilo quando la situazione è degenerata e una decina di persone hanno attaccato il centro UE.

Secondo le fonti della polizia locale prima vi è stato un lancio di pietre, poi sono divampate le fiamme che hanno coinvolto una parte del campo Moria; a rimanere bruciati tre container che ospitavano gli uffici del personale per il servizio d’asilo. La polizia ha arrestato 22 persone, tra i colpevoli dell’attacco ci sarebbero in maggioranza pakistani e bengalesi.

Il Centro di Accoglienza di Moria è al collasso già da diverso tempo, così come accade nelle altri campi profughi in Europa e nelle isole greche; sull’isola di Lesbo al momento sono presenti oltre 5.000 migranti a fronte di una disponibilità di posti di 3.500.

Seguici sul nostro canale Telegram

Genoa-Milan probabili formazioni

Genoa – Milan probabili formazioni e ultime notizie 10a Giornata Serie A

Rocco Siffredi in ospedale

Rocco Siffredi in ospedale: tutta colpa di una fan troppo focosa