in ,

Migranti: viaggio di 1.200 chilometri in bicicletta per denunciare la strage di Portopalo

Un viaggio per denunciare la tragedia vissuta dai migranti: l’idea è venuta a tre giovani donne, pronte a percorrere 1.200 chilometri in bicicletta per dare un segnale concreto di solidarietà.

migranti viaggio-denuncia di tre ragazze

Ventitré tappe, lungo la costa italiana, dalla Puglia alla Calabria, fino a raggiungere, il 23 agosto, la siciliana Portopalo. Scelta come destinazione ultima perché proprio qui nel Natale del 1996 affondò una nave con trecento migranti a bordo, di cui, ancora, non è stato recuperato il relitto. Il viaggio all’insegna della solidarietà – promosso dall’associazione “ViAndando” e da Libera – è stato pensato per sostenere la petizione che vorrebbe, appunto, recuperare i corpi che giacciono in fondo al mare.

Le protagoniste dell’avventura sono la 23 enne Francesca Notari, infermiera bolognese, la 33 enne di origini cagliaritane Gaia Ferrara, dipendente di una casa editrice e l’insegnante di inglese di 29 anni Silvia Colesanti. Al loro fianco c’è Mirco Schiboni, che le seguirà con un’automobile-ammiraglia.

La petizione, che è stata lanciata online, vede il sostegno di Dario Fo, Carlo Lucarelli e don Ciotti. Per saperne di più e aderire, visita il sito ufficiale.

(fonte: La Repubblica)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

ultime notizie roma

Roma news: truffa in strada dei cocktail senza liquore

news mercato juve

Calciomercato Juve news: si pensa a Nastasic, ma solo se parte un difensore