in ,

Milan, ascolta Shevchenko: “Allenare il Milan? Magari, fa parte del mio cuore”

Andriy Shevchenko, ex calciatore ucraino, è stato uno degli attaccanti più amati e venerati dalla tifoseria del Milan ed è proprio del club rossonero che il 40enne attuale CT dell’Ucraina ha voluto rilasciare al ‘Corriere dello Sport’ alcune dichiarazioni molto importanti. Qui di seguito le domande e risposte più salienti relative all’interessante intervista.

ANDRIY SHEVCHENKO: SPECIALE INTERVISTA

In merito al lavoro che sta svolgendo Montella: “Vincenzo è stato un grande centravanti e ora un grande allenatore oltre che un grande uomo. Secondo me sta facendo qualcosa di eccezionale perché ha costruito un gruppo unito e gli ha dato un bel gioco. Con lui il Milan è tornato su ottimi livelli anche se gli manca ancora qualcosa per vincere”.

Sul momento attuale che sta vivendo il Milan: “Gli ultimi risultati non sono stati un granché ad eccezione della vittoria in 9 contro 11 a Bologna, ma non è il caso di fare processi perché nell’arco di una stagione un momento di flessione ci sta. Il Milan era andato fortissimo nella prima parte della stagione e un calo era inevitabile”.

Su Berlusconi e la cessione del club rossonero ai cinesi: “Difficile dire da fuori se la cessione sta influendo sulla squadra. Di certo a breve qualcosa succederà, ma Berlusconi rimarrà comunque il più grande presidente della storia del Milan”.

Andriy Shevchenko ha voluto ricordare anche i suoi ex compagni nel Milan e il tecnico Ancelotti (ora al Bayern Monaco): “Sono in contatto con molti di loro e con Carlo (Ancelotti, ndr) che rimane un grande allenatore, un punto di riferimento per chi fa questo lavoro. Vincerà pure con il Bayern Monaco anche se qualcuno lo critica”.

Prima di concludere alcune parole sulla sua Nazionale ucraina: “Abbiamo 8 punti dopo 4 partite e siamo secondi nel nostro girone dietro la Croazia che andremo a sfidare a casa loro a marzo. Vogliamo far bene”.

Al termine dell’intervista Shevchenko esprime tutto il suo amore per il Milan con questa risposta: “Adesso sono concentrato solo sull’Ucraina. Allenare il Milan? In futuro vedremo. Di certo il Milan resterà sempre nel mio cuore”.

Oscar 2017

Oscar 2017 nomination: quali sono i film candidati? Ecco le shortlist

Consigli Fantacalcio 25a giornata Serie A: infortunati e indisponibili, ecco la lista completa