in ,

Milan: Balotelli spreca l’occasione di Miha, ennesima sfuriata del tecnico

C’era una volta un attaccante veloce, potente, con un tiro eccezionale e la capacità di driblare gli avversari insita nel proprio talento. C’era una volta un attaccante giovanissimo, un vero prospetto, uno di quelli che ti fa ancora credere nella possibilità di vincere un mondiale. C’era, ed ora non c’è più. Il nome in questione è Mario Balotelli. Non parliamo di un Balotelli che fu: bad boy in Inghilterra, serate e discoteche in Italia. Parliamo di un Balotelli del presente: della sua incapacità di tornare a buoni livelli, di un minutaggio spietato e di un infortunio che lo ha compromesso.

L’ultima occasione gliel’ha data Sinisa Mihajlovic. Era estate, il Milan cercava Ibra e si è trovato a comprare Mario Balotelli. Eppure il tecnico serbo ci ha creduto veramente, spendendo il suo nome per lui. No, questa volta non c’entrano le classiche balotellate, di questo dobbiamo dare atto alla punta rossonera. Dal punto di vista caratteriale sembra aver trovato un minimo di serenità. Qui stiamo parlando delle prestazioni, dell’atteggiamento in campo.

Siamo ai minuti finali del match tra Genoa e Milan. I rossoneri sono avanti 2 a 1 ed in campo è entrato anche supermario, un modo di dare profondità alla squadra e tenere alto il baricentro lontano dalla porta difesa da Donnarumma. Ma supermario non corre, cammina. La punta non pressa i portatori di palla partecipando all’azione difensiva. Lo stesso tecnico dopo i ’90 ha parlato così alle telecamere: “Chi non sputa l’anima fino al fischio finale non metterà più piede in campo”. La fiducia sta scadendo, ormai sembra siamo, da parte di Mihajlovic, all’accettazione di ciò che il numero 43 può ancora dare. Chissà se Mario riuscirà a smentirci.

trump raid in siria

Siria raid su ospedali: feriti sbalzati dai letti con flebo in vena

Roma Real Madrid probabili formazioni

Roma – Real Madrid: ultime news e probabili formazioni Champions League 2015-2016