in ,

Milan, Mario Balotelli: “Negli ultimi anni hanno parlato troppo di me”

Mario Balotelli è stato il migliore in campo nella vittoria del Milan sul campo dell’Udinese, coronata dalla fantastica punizione che ha sbloccato l’incontro – 17 mesi dopo l’ultimo gol in rossonero – e da tante ammonizioni provocate tra gli avversari: “Super Mario” le prende come sempre ma stavolta non reagisce. E a fine partita parla già da leader: “Stavamo vincendo 3-0 e siamo stati disattenti. Non si può finire 3-2 – sono le parole a caldo dell’attaccante rossonero – Siamo un gruppo di lottatori e abbiamo portato a casa un risultato difficile ma importante”.

Balotelli parla delle difficoltà della squadra, sa che bisogna migliorare per non soffrire come nel secondo tempo, ma complessivamente è soddisfatto della prestazione complessiva: ”Abbiamo preso due gol stupidi, ma abbiamo lottato fino la fine, quindi complimenti ai miei compagni. Ho lavorato per la squadra, come sempre: io sono sempre lo stesso, nello spogliatoio mi sto comportando bene e con i miei compagni ho buoni rapporti”.

Balotelli continua parlando della sua prestazione personale: “Era una gara difficile per me, perché sapevo che volevano provocarmi. Ho preso un giallo che non ci stava e mi ha un po’ rovinato la partita. Sono comunque contento della mia prestazione”. Per “SuperMario” il campo è la sua rivincita personale dopo le tante critiche ricevute: “Piano piano mi tiro via dei sassi dalle scarpe, perché negli ultimi anni, tra Italia e Inghilterra, hanno parlato troppo, ma io sono stato in silenzio”. Non poteva mancare una frecciatina finale contro chi cerca di provocarlo: “Tanto prendono il giallo o le mie gambe, ma la palla non la vedono”.

Victoria Beckham tattoo, Victoria Beckham e David Beckham, Victoria Beckham

Victoria Beckham tattoo rimosso: c’è aria di crisi?

75enne spara a prostituta

Caserta, 75enne spara in testa a prostituta: voleva sposarla, ma lei ha detto ‘no’