in ,

Milan News: Maldini è lontano, non c’è feeling con i cinesi

Il ritorno di Paolo Maldini al Milan è destinato a rimanere ancora un sogno. Ai vertici della Sino-Europe non è piaciuta particolarmente la risposta dell’ex capitano rossonero, che sulle colonne della Gazzetta dello Sport, aveva posto alcune condizioni al suo ritorno nella dirigenza rossonera. Innanzitutto, Maldini chiede chiarezza sul suo ruolo e una responsabilità diretta. “Fino a questo momento ho incontrato soltanto il vice presidente, David Han Li, l’unico che parla inglese. Non posso mettere la faccia senza conoscerli.”

La cordata cinese, per la nuova dirigenza del Milan, avrebbe in mente una “triade” composta da Marco Fassone e dal nuovo direttore sportivo Massimo Mirabelli. Maldini, avrebbe il ruolo di direttore tecnico, ma è soprattutto sulla mansione che l’ex capitano dovrebbe svolgere che nascono i dissidi. Fassone ora spera in un abbassamento delle richieste di Maldini, che però non sembra intenzionato ad arretrare. “Adesso sono loro a dovermi delle risposte, perché con il Milan non si scherza!”

Il clima non è dunque dei migliori, ma la nuova proprietà cinese (closing permettendo) deve comunque tenere in considerazione la figura di Maldini, personaggio in grado di mobilitare l’intera tifoseria rossonera. Il nuovo Milan, non solo gioverebbe del grande carisma dell’ex capitano, ma avrebbe in società un giocatore che ha vestito per 24 anni la stessa maglia, vincendo tra l’altro 7 scudetti e 5 fra Coppe Campioni e Champions League.

Tiziano Ferro Il Mestiere della Vita Tracklist

Tiziano Ferro tour 2017 date, biglietti e modalità di prevendita: tutto quello che c’è da sapere

Briga Talento Album e date In-Store Tour, tutto sul nuovo disco e le collaborazioni: da Fragola a Grignani