in

Milan: oggi il Diavolo rossonero spegne 115 candeline

Per rivivere insieme la storia del Milan bisogna viaggiare indietro nel tempo di 115 anni. Tutto inizia a Torino, sembrerà strano ma è cosi, è la seconda finale del campionato Italiano di calcio e in campo, per il secondo anno consecutivo, ci sono  il Genoa e l’Internazionale Torino e come la finale precedente ad aggiudicarsi il torneo è la squadra più vecchia d’Italia: il Genoa. A fine partita un agguerrito ragazzo inglese di 29 anni, che milita tra i piemontesi, si dirige verso il capitano ligure Pasteur e gli fa una promessa: “Quest’anno è l’ultima volta che vincerai facilmente, mi trasferirò e Milano e fonderò una squadra di veri diavoli che sarà in grado di battervi.” Quel ragazzo si chiama Herbert Kilpin e viene da Nottingham e si era trasferito in Italia in cerca di lavoro (come cambiano i tempi…)

Giunto a Milano Kilpin si rese conto che la città aveva già una squadra: il Mediolanum, ma era una squadra di basso livello e armato di grande forza di volontà insieme al fedele compagno Davies si mise a girare la città in lungo e in largo in cerca di buoni giocatori. La sua ricerca si conclude il 16 dicembre 1899 in una fredda e piovosa serata milanese quando una cinquantina di soci  in una saletta dell’Hotel du Nord fonda il Milan!. Come primo presidente viene nominato Alfred Ormond Edwards e la prima sede ufficiale è la Fiaschetteria Toscana di via Berchet, mentre il primo campo da gioco è il Trotter di Piazza Doria.

Herbert Kilpin non può che essere il primo capitano del club, con veste anche di allenatore; al momento della scelta dei colori sociali pronuncerà una frase che resterà nella storia: “saremo una squadra di diavoli e i nostri colori saranno rosso come il fuoco e nero come la paura che incuteremo ai nostri avversari.” Kilpin, però, ha in testa un’unico pensiero battere Pasteur nella finale del campionato in primavera. La prima partita nel campionato è una secca sconfitta per 3 a 0 contro la Fc Torinese e così il Genoa può vincere indisturbato il terzo titolo; ma i rossoneri riescono comunque ad aggiudicarsi il prestigioso torneo Medaglia del Re battendo la Juventus per 2 a o.Il riscatto in Campionato arriva l’anno successivo nell’edizione 1901: nell’eliminatoria vengono sconfitti 2 a 0 i cugini del Mediolanum, poi in semifinale ancora la Juventus: eliminata con uno spettacolare 3 a 2 e infine l’odiato Genoa che viene letteralmente stracciato per 0 a 3. Herbert Kilpin ha così mantenuto la promessa fatta due anni prima al suo rivale Pasteur vincendo il primo scudetto rossonero, la prima di una lunga serie di vittorie.

 

 

 

Capodanno 2015 Pisa eventi

Capodanno 2015 a Pisa: feste, eventi e veglioni

Christian Dior fonda la maison a parigi prima Boutique

Christian Dior, 16 dicembre 1946 : lo stilista fonda la sua Maison a Parigi, un luogo “particolare”