in ,

Milano 80enne violentata al Parco Nord: le sue agghiaccianti rivelazioni sullo stupratore

Anziana di 80 anni stuprata a Milano, emergono agghiaccianti dettagli sulla violenza e sull’aggressore, ancora ricercato dalle forze dell’ordine.

La pensionata poco più che ottantenne violentata mercoledì mattina al Parco Nord, zona periferica della città, è stata dimessa dall’ospedale, dove un’ora dopo lo stupro era stata ricoverata in forte stato di shock per il trauma subito. Adesso è tornata a casa, dove il figlio si prenderà cura di lei. La donna, nonostante la devastante esperienza subita, è riuscita a ricostruire l’accaduto e interloquire con gli inquirenti, riferendo loro tutto ciò che ricordava del suo aguzzino, di come si è approcciato a lei e degli abusi subiti.

>>> Milano: donna di 80 anni violentata in pieno giorno al Parco Nord <<<

“Credo fosse straniero, ma parlava un italiano corretto”, così la vittima circa l’uomo che le ha fatto del male, mentre mercoledì di primo mattino come suo solito faceva una passeggiata. L’uomo si sarebbe mostrato dapprima gentile, per poi svelare tutta la sua violenza e ferocia. Lo stupratore – cui da due giorni ormai le forze dell’ordine stanno dando la caccia – l’avrebbe strattonata in un luogo isolato, trascinandola a terra dietro un cespuglio. Lì si sarebbe consumata la violenza, a detta dell’anziana, che ha disperatamente chiesto aiuto senza però essere sentita da nessuno. Dopo l’aggressore è fuggito via lasciandola a terra, sconvolta.

I medici poi hanno constatato lividi ed escoriazioni sul corpo della vittima, prova dello stupro. L’anziana ha trovato la forza di rivestirsi e dirigersi verso casa per chiedere aiuto lungo la strada. Le indagini – rese difficili dalla apparente assenza di testimoni – proseguono senza sosta.

Valentino Rossi operato nella notte: «Voglio tornare in moto prima possibile»

terremoto oggi tibet

Terremoto oggi Marche: 7 scosse a Monte Cavallo (Macerata), la più forte di magnitudo 3.3