in ,

Milano Expo 2015, domani “MayDay NoExpo”: sicurezza a rischio?

Alta tensione a Milano per i cortei degli antagonisti, che dalla mattinata di oggi stanno protestando per le strade della città al grido di “No Expo” e che per domani 1° maggio, giorno della inaugurazione dell’Esposizione universale, hanno indetto la manifestazione di protesta “MayDay NoExpo”. Si teme il rischio di scontri di piazza e di atti vandalici contro luoghi ad alto valore simbolico, come la Scala e il Duomo.

La vigilanza è ad altissimi livelli, quindi. Occhi puntati soprattutto verso la nuova ‘base’ degli antagonisti, sita a Milano nel quartiere Giambellino, identificata dopo perquisizioni e denunce della polizia che in alcuni appartamenti abusivi ha sequestrato maschere antigas ed altro.

Non sarà da trascurare nemmeno l’arrivo in massa dei black bloc provenienti da tutta Italia, dai centri sociali di Torino, Bologna, Roma, Napoli ma anche dall’estero. Le forze dell’ordine domani saranno impegnante per garantire l’ordine pubblico ed impedire che il corteo degeneri in atti di teppismo a danni di cose, luoghi-simbolo della città e persone. Si teme la ‘minaccia antagonista’ (dagli anarchici ai movimenti per la casa, senza escludere i rinforzi attesi da Spagna, Germania e Grecia) né si esclude il pericolo jihadista o l’atto del singolo individuo sempre difficile da arginare.

Milano, donna uccisa in strada a colpi di pistola: è caccia al killer

blasi-ilary

Ilary Blasi: “Ecco perché amo Francesco Totti”