in ,

Milano, Immigrati: sino a mille euro per un “passaggio” oltre i confini

Una rete di “passeur” ma anche semplici cittadini, molti residenti nel difficile quartiere di Quarto Oggiaro: queste le caratteristiche dei trafficanti milanesi che “aiutano”, in cambio di denaro, i profughi a oltrepassare i confini italiani.

Le Guardie di Confine Svizzere spiegano come, mai come quest’anno, siano numerosi i tentativi di accesso da parte di migranti privi di documenti validi: i nuovi truffatori milanesi avvicinano i profughi alla Stazione Centrale, dove per un po’ di tempo hanno trovato rifugio, dandogli foglietti con scritti orari e treni da prendere per raggiungere Chiasso. A maggio, in una sola giornata, erano in media 300 i clandestini che utilizzavano il treno e venivano poi respinti. Attualmente, seppur in calo, si parla di un centinaio al giorno ma si prevede comunque un incremento visto i nuovi arrivi sulle coste italiane.

L’alternativa al treno sono bus e automobili: i passatori milanesi offrono passaggi sino ai confini, con cifre che vanno dai 200/300 euro sino ad oltre 1000 euro. Le cifre vengono chieste dipendentemente dall’urgenza dei migranti ma, spesso, senza rispettare gli accordi. Molte volte, infatti, succede che i profughi vengano lasciati a chilometri di distanza dalle dogane e obbligati a scendere sotto minaccia di avvertire le forze dell’ordine. Non esiste una vera e propria rete, delle regole ben precise o un monopolio: esistono però alleanze di connazionali dei profughi e cittadini milanesi.

giallo a verbania trovato cadavere di un ragazzo

Giallo a Verbania: trovato ragazzo morto nel lago, ha un buco nel petto

Riforma pensioni 2016 aspettativa di vita

Riforma pensioni 2015 ultime novità: flessibilità più probabile con penalizzazione al 3%, tutele per i precoci e gli usuranti