in ,

Milano, imprenditore regala 200mila euro ai dipendenti: festeggia così un sogno avverato

Di certe notizie bisogna leggere il titolo più volte, per essere convinti di aver afferrato bene il contenuto. L’ultimo episodio che testimonia il valore (dimenticato) della gratitudine è accaduto a Milano, dove un imprenditore ha festeggiato 80 anni di vita donando complessivamente 200mila euro ai dipendenti, ovvero circa 1.000 euro a ciascuno dei 200 lavoratori che operano nella sua azienda.

Dopo la commovente storia nel Varesotto, ecco un altro imprenditore lombardo che è riuscito a sorprendere il personale: stiamo parlando di Innocente Fraschini, “patron” della Frascold, azienda di Legnano che opera nel settore dei compressori.

Come rivelato dall’amministratore delegato del gruppo Giuseppe Galli a “La Repubblica”, l’imprenditore è una persona schiva e discreta, che non avrebbe voluto diffondere la notizia. Fraschini, che conduce l’azienda dal 1958 avendola ereditata dal padre, ha voluto festeggiare “una tappa significativa della sua vita che coincide con un importante traguardo della Frascold”. L’azienda, che pure ha attraversato un momento di crisi, ora è di nuovo in crescita, comparendo tra le prime tre al mondo nel settore.

I dipendenti, che si ritroveranno la cospicua cifra nella busta paga di fine aprile, hanno ringraziato il capo con una festa, donandogli una targa che recita una celebre frase di Nelson Mandela: “A un grande imprenditore, semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.

In apertura: Naypong/Shutterstock.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

scossa magnitudo 3.3 parma

Terremoto in Ecuador oggi: nuova scossa magnitudo 6.1

iphone ios 9.3

Aggiornamento jailbreak iOS 9.3 9.3.1 iPhone 6S, 6 iPhone 5S, 5, 4S e iPad uscita: problemi risolti sull’accessibilità