in

Milano, nasce la card per i musei civici

I tecnici di Palazzo Marino sono al lavoro per creare entro la primavera 2014 una rete che unisca i dieci musei civici di Milano.

milano salumeria musica

Per farlo si è pensato di istituire un abbonamento annuale che costerà tra i 30 e i 40 euro (probabilmente si aggirerà sui 35 euro) e che consentirà ai milanesi e non solo di visitare i musei civici tutte le volte che lo desiderano: da quelli del Castello al Novecento, dal Risorgimento all’Archeologico e poi ancora Acquario, Galleria d’arte moderna, Museo di Storia Naturale, la Casa museo Boschi-Di Stefano, Palazzo Morando, lo Studio Museo Francesco Messina.

Per i turisti, però, la città sta lavorando a un’altra carta che dal 2015 replicherà le esperienze di molte città internazionali unendo trasporti e cultura (oltre ai musei civici si aggiungeranno altre realtà).

La trovata è dettata dall’esigenza di rispondere ad un “bisogno crescente di cultura nel territorio”, così come sottolineato dall’assessore alla Cultura Del Corno.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

autobus molestie lavoratrici

Molestie sul lavoro, una lavoratrice su due le subisce

minimarket app per studenti

Minimarket bangla, a Roma un’app per studenti