in ,

Milano, rapporti intimi in cambio di soldi: parroco indagato per prostituzione

Sono pesantissime le accuse che gravano su don Alberto Paolo Lesmo, parroco di Santa Marcellina e decano di Milano-Baggio che avrebbe adescato un minorenne in chat per avere rapporti sessuali in cambio di soldi; il prelato è indagato per prostituzione minorile ed è stato sospeso dal cardinale Angelo Scola da ogni incarico in diocesi con il pm che ha chiesto per lui il rinvio a giudizio.

Don Alberto Paolo Lesmo avrebbe pagato un ragazzino per avere rapporti sessuali con lui; il giovane all’epoca dei fatti, tra il 2009 e il 2011, aveva tra i 14 e i 17 anni e avrebbe usato i soldi ricevuti dal prelato per comprare droga, cosa di cui sarebbe stato a conoscenza anche lo stesso don Lesmo. Le prime indagini erano scattate nel 2011 quando il ragazzino era stato ricoverato in ospedale dopo un tentativo di suicidio su segnalazione dello stesso nosocomio.

Il prete avrebbe pagato somme tra i 150 e i 250 euro, dopo aver adescato il giovane in chat visto che non frequentava la parrocchia; insieme a don Lesmo è indagato anche Guido Milani, che avrebbe anche venduto droga al ragazzo. Già nel 2013 c’era stata una prima perquisizione in parrocchia di cui il prete non aveva dato notizia all’Arcidiocesi di Milano.

Pasqua 2016 viaggi

Pasqua 2016 viaggi: le mete scelte dai vip da Rocío Muñoz Morales a Michelle Hunziker

Non è stato mio figlio Fan Page facebook

Non è stato mio figlio, intervista esclusiva a Massimiliano Morra: “Gabriel Garko è un vero amico”