in

Milano, sciopero trasporti 24 luglio 2019: cosa c’è da sapere

Mercoledì nero per i trasporti di Milano, e non solo, interessati dallo sciopero di domani, 24 luglio 2019. Treni, bus e metro si fermeranno a causa dell’annunciato sciopero nazionale generale che potrebbe provocare non pochi disagi a viaggiatori e pendolari. Proclamato dalle segreterie nazionali delle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Faisa Cisal e Fast Confsal, lo sciopero di domani, nel capoluogo meneghino, coinvolge anche i lavoratori del gruppo Atm Spa, quindi il personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana, per 4 ore, dalle 18.00 alle 22.00. Garantite, dunque, regolarmente, le corse mattutine e pomeridiane, con possibili disagi a partire dalle 18.

milano sciopero 24 luglio 2019

Milano, sciopero 24 luglio 2019: treni fermi, fasce orarie

Lo sciopero generale dei trasporti di mercoledì 24 luglio 2019 interesserà anche i treni, con orari e modalità diverse: il personale delle infrastrutture ferroviarie FerrovieNord Spa sciopererà dalle 9 alle 13, mentre il personale di Rfi – Rete Ferroviaria Italiana incrocerà le braccia dalle 9.00 alle 17.00. La circolazione delle Frecce sarà, invece, garantita. Qualunque informazione in merito allo sciopero può essere reperita al numero 800 892021 (attivo dalle ore 9.00 del 23 alle ore 22.00 del 24 luglio 2019). Sebbene la protesta non riguardi direttamente il personale Trenord, il servizio ferroviario regionale, suburbano, a lunga percorrenza e aeroportuale potrebbe subire delle variazioni. In caso di treni fermi, garantiti solo gli autobus sostitutivi (senza fermate intermedie) riguardanti i collegamenti aeroportuali Milano Cadorna – Malpensa Aeroporto e Malpensa Aeroporto – Stabio (da Milano Cadorna gli autobus partono da via Paleocapa 1 agli stessi orari di partenza del treno).

milano sciopero 24 luglio 2019

Perché si sciopera? Le motivazioni dei sindacati

Anche Italo aderisce allo sciopero di mercoledì 24 luglio, con orario 9-17: la compagnia mette comunque a disposizione la lista dei treni garantiti, e l’assistenza al numero 892020. Ma perché si sciopera? Le ragioni dell’astensione dal lavoro di domani possono essere ricondotte ad una serie di richieste: la creazione di un unico sistema logistico dei trasporti e delle infrastrutture, dunque, una mobilità di persone e merci rapida ed efficiente, in cui regole chiare e trasparenti impediscano la concorrenza al ribasso tra le imprese. E poi, per l’applicazione di accordi interconfederali che stabiliscano le modalità di misurazione della rappresentanza al fine di meglio garantire il diritto di sciopero, contro il preoccupante aumento degli infortuni sul lavoro e delle morti bianche.

Leggi anche —> Isola d’Elba, esplosione in palazzina: un morto, tre feriti e un disperso

Grosseto, trovata morta in casa dopo quattro giorni: il dramma degli anziani che vivono da soli in Italia

Vanessa Incontrada: seno avvolgente ed incontenibile, le spalline del top non reggono … (FOTO)