in ,

Milano, studente precipitato dal 5° piano: esclusa ipotesi suicidio

Si indaga sull’eventualità di un incidente o di un coinvolgimento esterno per la morte di Domenico Maurantonio, lo studente di 19 anni precipitato ieri dal 5° piano dell’hotel Da Vinci di Milano, dove si trovava in gita scolastica. Il medico legale che ha eseguito i primi accertamenti sul suo cadavere, ha riscontrato la presenza di macchie compatibili con dei lividi ma non con la caduta. La natura di quegli ematomi dovrà essere accertata in sede di autopsia. Al momento si ipotizza che lo studente sia deceduto tra le 2 di notte e le 7 del mattino di ieri, 10 maggio.

Le indagini vanno avanti: gli inquirenti indagano vagliando ogni pista, benché già propendano per la esclusione dell’ipotesi suicidio giacché, alla luce delle testimonianze finora raccolte, il giovane non avrebbe avuto alcun genere di problema esistenziale. Sono in corso anche gli esami dattiloscopici sulle impronte rinvenute nella finestra da cui lo studente è precipitato e l’analisi delle telecamere di videosorveglianza piazzate nell’area circostante all’hotel Da Vinci, luogo della tragedia.

 

Foto Facebook

Parma 2-2 Napoli: Palladino e Mirante napoletani con il dente avvelenato

Filosofia autoironica in un video? Ci pensa l’Istituto di Studi Filosofici di Lugano