in

Milano, svaligiata casa Salvini

Brutta sorpresa per i genitori di Matteo Salvini, ministro degli Interni ed esponente della Lega. Rientrata a Milano, la coppia ha trovato svaligiato il proprio appartamento nell’edificio di Primaticcio/Giambellino, zona a sud ovest del capoluogo lombardo. I ladri avrebbero agito il 15 agosto, approfittando del fatto che i coniugi fossero fuori per il ponte di Ferragosto. Un bottino ghiotto per i malviventi: oltre all’argenteria e agli oggetti di valore presenti in casa, sono riusciti a «smurare» la cassaforte, ottenendo dunque quanto conteneva al suo interno.

Immediata la denuncia

I rapinatori, come scrive Gianni Santucci sul “Corriere della sera”, avrebbero agito indisturbati, approfittando del fatto che molti condomini erano in vacanza. Nessuno ha sentito rumori sospetti o visto qualcosa di strano. Dopo l’immediata denuncia dei genitori di Matteo Salvini sono partiti gli accertamenti di rito. Gli inquirenti stanno, difatti, esaminando le impronte lasciate in giro per casa e le telecamere di sorveglianza della zona.

I ladri avrebbero agito indisturbati

Stando ai primi accertamenti della Digos, l’obiettivo non era il ministro Salvini né i suoi familiari. I ladri ignari avrebbero messo sottosopra casa senza sapere di essere nell’appartamento dei genitori del ministro degli Interni. Si tratterebbe di una rapina casuale, che nulla ha a che fare con la politica e con l’attività dell’esponente della Lega. Ad avvalorare quest’ipotesi vi è che ad essere svaligiato quella stessa notte non è stato il solo appartamento Salvini, ma anche quello del piano superiore, appartenente a terzi. Soltanto più avanti, quando si potrà far luce sulla dinamica del furto attraverso le telecamere di video sorveglianza e si farà la conta degli oggetti rubati, si potrà cercare di recuperare la refurtiva negli ambienti della ricettazione o dei compro-oro. Per il sindaco Sala, a cui è stata svaligiata casa (in zona Brera) lo scorso 27 maggio l’analisi dei video si  rivelò fondamentale per individuare e arrestare le due ladre che avevano agito indisturbate nel suo appartamento. Nel covo delle giovani donne, di origine rom, la polizia ritrovò borse costosissime, accessori di lusso e capi firmati.

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Anastacia a Napoli

Anastacia tumore: “Ce l’ho fatta, ho vinto così, ma vi dico che…”

Ponte crollato a Genova news, trovato il corpo dell’ultimo disperso: l’atroce morte di Mirko Vicini