in

Millennials in Italia: l’amarezza (da lavoratori) di rivolgersi ai genitori per arrivare a fine mese

Avete mai sentito parlare dei “Millennials”? Stando a un recente rapporto Censis per il Forum Ania-Consumatori, i giovani della Generazione Y – ovvero i ragazzi nati negli anni Ottanta e Novanta – sarebbero tra i primi ad aver pagato le conseguenze della grande recessione economica che dal 2007 ha minato l’occupazione: su 4,4 milioni di “Millennials” che vivono da soli, sarebbero 948 mila i ragazzi tra i 18 e i 35 anni impossibilitati a sostenersi economicamente da soli.

Secondo lo studio realizzato sui dati del 2014, il reddito familiare medio dei ragazzi che formalmente lavorano e vivono per conto proprio è drammaticamente basso, e precisamente pari a “22,9 mila euro l’anno e inferiore di oltre 7 mila euro al reddito familiare medio annuo degli italiani”. Che cosa ne consegue? Molti sono costretti a rivolgersi ai genitori per sostenere le spese mensili; il rapporto documenta che ben 687 mila giovani hanno dovuto attingere dalle risorse familiari per integrare il proprio reddito mensile e che oltre l’81% dei ragazzi interpellati ha dovuto rinunciare o posticipare prestazioni di welfare. Quasi 4,8 i miliardi di euro che nel 2014 sono transitati dai conti correnti dei genitori a quelli dei figli, per evitare che bollette e spese condominiali rappresentassero un problema.

In apertura Image Credit: nito/Shutterstock.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

mary e giovanni a pomeriggio 5

Grande Fratello 14, Giovanni e Mary a Pomeriggio 5: “Pronti a convivere”

Sturare il lavandino di casa metodi naturali

Sturare il lavandino di casa, 3 metodi naturali infallibili