in ,

Minacce di Al Qaeda agli Stati Uniti

Domenica prossima molte ambasciate americane in Medio Oriente, in Nord Africa e in Asia centromeridionale resteranno chiuse, per delle minacce “credibili e gravi” legate ad Al Qaeda. Il giorno previsto di chiusura è il 4 agosto che coincide sia con il 52esimo compleanno del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama (nato il 4 agosto 1961, a Honolulu, Hawaii), sia perché è il giorno in cui giurerà il nuovo presidente dell’Iran, Hassan Rowhani. Anche se non ci sono certezze che la chiusura possa coincidere con una di queste due ragioni sarà comunque rafforzata la protezione in altre strutture e basi militari all’estero americane e questo è stato riferito da alti ufficiali della diplomazia. Al Qaeda

La tensione è giunta alle stelle con la fine dei giorni del Ramadan e del primo anniversario degli attacchi dell’11 settembre 2012, al consolato Usa di Bengasi, in Libia  provocando la morte dell’ambasciatore e di tre addetti statunitensi del compound. Ed Royce alla Cnn ha ribadito che si tratta di minacce che vengono prevalentemente dal Medio Oriente e legate ad Al Qaeda.

Queste minacce interessano diversi Paesi e gli Stati Uniti hanno fatto sapere che resteranno chiuse le sedi diplomatiche in Egitto, Iraq, Qatar, Bahrein, Kuwait, Afghanistan, Dacca in Bangladesh, Amman in Giordania, Moscate in Oman, Riad in Arabia Saudita, Algeri in Algeria, Abu Dhabi negli Emirati, Sanaa in Yemen, Tripoli in Libia. Il Dipartimento di Stato americano ha fatto presente a tutti i turisti, che desiderano andare in vacanza in Medio Oriente, in Nord Africa e nella Penisola arabica del “pericolo Al Qaeda” e di prestare massima allerta fino al 31 agosto.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Megan Fox e il marito Brian Austin Green sono in attesa del secondo figlio

Ellen DeGeneres

Oscar 2014: Ellen DeGeneres presenterà la serata