in

Mirandola incendio nella sede della polizia locale, 2 morti: «E’ doloso»

È di due morti, due feriti gravi e 16 intossicati, il bilancio dell’incendio che è divampato nella notte scorsa, tra lunedì 20 e oggi, 21 maggio 2019, nella sede della polizia locale di Mirandola, in provincia di Modena. Il rogo, di natura dolosa, si sarebbe sviluppato negli uffici dei vigili, posti al piano terra di un edificio al cui piano superiore si troverebbero delle abitazioni. Secondo quanto appreso, l’incendio avrebbe poi provocato un’esplosione che ha coinvolto l’appartamento adiacente, al primo piano, proprio dove sono morte le due persone.

Incendio sede vigili Mirandola, individuato il colpevole

Sul posto dell’incendio nella sede della polizia locale di Mirandola, sono intervenuti carabinieri e vigili del fuoco. L’origine dolosa del rogo sarebbe stata confermata dai primi accertamenti compiuti sul posto e sarebbe stato individuato anche il responsabile che avrebbe agito intorno alle 2 di notte. Secondo le prime indiscrezioni si tratterebbe di uno straniero, forse di origine marocchina, ora nelle mani degli inquirenti. L’uomo avrebbe forzato l’ingresso della sede e appiccato le fiamme. Sebbene non siano ancora chiare le motivazioni, non si esclude che alla base possa esserci una vendetta per un provvedimento della municipale nei suoi confronti.

Leggi anche —> Il Santo del giorno 21 maggio: San Carlo Eugenio de Mazenod

Il Santo del giorno 21 maggio: San Carlo Eugenio de Mazenod

niki lauda

Niki Lauda è morto: biografia e carriera del grande campione di F1