in ,

Miss Italia: Simona Ventura protagonista dello spot gaffe che discriminerebbe le straniere

Su La 7, Simona Ventura nel lancio dell‘edizione 2014 di Miss Italia è incorsa in una gaffe prestando il suo volto e la sua voce a questo spot: “Quest’anno abbiamo tante novità. Innanzitutto, abbiamo esteso il limite di età ai 30 anni, e allargato a quelle ragazze nate in tutte le parti del mondo, ma con cittadinanza italiana. Ci vediamo a Iesolo con Miss Italia, l’Italia più bella” .

Miss Italia spot gaffe discriminate le straniere

L’Asgi, l’associazione studi giuridici per limmigrazione chiede la correzione dello spot, facendo rilevare che il regolamento prevede diversamente, ed all’art 8 chiede alle ragazze che vogliono partecipare di avere: ”nazionalità o cittadinanza italiana”, oppure “essere nate in Italia anche se da genitori stranieri e risiedere in Italia da almeno 18 anni consecutivi alla data di iscrizione”. In questo modo secondo l’Asgi lo spot televisivo un messaggio “palesemente non conforme al regolamento e avente contenuto discriminatorio”.

Infatti, già, alla fase finale del concorso si è qualificata Alexandra Basach, ventiquattrenne figlia di immigrati polacchi, nata ad Ostia che è stata incoronata Miss Roma. La ragazza si è espressa in modo entusiasta sulle nuove regole: “Un grande passo in avanti. Miss Italia infatti rispecchia la situazione in cui versa il Paese, cioè di integrazione e di apertura verso un multiculturalismo galoppante in tutta Europa”

Merkel a Kiev per crisi Ucraina

Crisi Ucraina, Merkel a Kiev: “Essenziale integrità territoriale”

Ignazio Abate nel mirino dei Viola

Calciomercato Fiorentina news: Abate nel mirino