in ,

Missoni: ritrovati i corpi a Los Roques

Scomparso dalle rotte il 4 gennaio scorso, l’aereo YV2615U su cui viaggiava lo stilista italiano Vittorio Missoni,  insieme alla moglie, una coppia di amici e all’equipaggio è stato ritrovato lunedì scorso.

missoni-vittorio

L’aereo era arrivato sulle isole circondate dai Caraibi il 28 dicembre, dove il gruppo di italiani avrebbe trascorso le feste di fine anno. Lo stesso Vittorio aveva deciso di passare qualche giorno tranquillo a Los Roques prima di rientrare in Italia. Nel primo pomeriggio di quel 4 gennaio, i due piloti venezuelani del bimotore decollato poco tempo prima da Los Roques erano entrati in contatto con la torre di controllo dell’aeroporto di Caracas “Simon Bolivar”, senza rilevare alcuna anomalia. Poi il silenzio. Da allora, l’aereo con a bordo Vittorio Missioni, la moglie, la coppia di amici e l’equipaggio era scomparso da tutte le rotte.

L’aereo bimotore del tipo Islander su cui viaggiava lo stilista era stato individuato il 26 giugno scorso lungo la rotta tra Los Roques e l’aeroporto di Caracas dalla nave americana Sea Scout. L’aereo era a 76 metri di profondità ed era spezzato in diversi punti.
Lunedì scorso un team di esperti del governo e delle forze armate venezuelane ha avviato l’operazione di recupero, in un tratto di mare profondo 76 metri a nord di Cayo Carenero, una piccola isola dell’arcipelago di Los Roques. Nelle ultime ore sono state portati in superficie i resti umani degli occupanti del velivolo, dopodiché si passerà al recupero del relitto dell’aereo.

Seguici sul nostro canale Telegram

Isole digitali: a Milano, gli spazi per informarsi e muoversi in città

Francois Borgia Cesare Borgia

Francois Arnaud possibile protagonista di “Fifty Shades of Grey”