in ,

Misteri irrisolti: ecco i 5 più curiosi del mondo, tra codici e strani segnali

Sebbene adesso sia difficile tenere nascosto qualcosa, il passato ci ha lasciato numerosi misteri irrisolti: se alcuni questioni sono state svelate con il passare del tempo, ancora oggi esistono codici, tavole o strani segnali che non siamo ancora in grado di decifrerare. In questo articolo vi proponiamo i 5 più curiosi del mondo e, nella gallery qui sotto, potrete osservare di cosa stiamo parlando.

1. Il Manoscritto Voynich: redatto tra il 1404 e il 1438, è un codice illustrato scritto con un sistema di scrittura che ancora oggi non siamo in grado di decifrare. Definito da alcuni come il libro più misterioso del mondo, contiene immagini di piante mai viste sulla Terra ma anche – tra le altre cose – una sezione biologica che descrive donne immerse in uno strano liquido verde. Se questo non bastasse per essere considerato uno dei misteri irrisolti più curiosi del mondo, aggiungiamo anche che l’idioma usato nel testo non appartiene ad alcun sistema alfabetico/linguistico conosciuto. 2. The Beale ciphers o Beale Papers: si tratta di un set di tre testi criptati redatti nel Novecento che conterebbero le istruzioni per trovare il più grande tesoro sepolto della storia degli Stati Uniti d’America. Il tesoro in questione sarebbe appartenuto ad un tale Thomas Jefferson Beale, venuto in possesso di tale ricchezza durante l’esplorazione del Colorado: sinora solo la seconda pagina è stata decriptata, rivelando che il luogo in cui sarebbe sepolto il tesoro si troverebbe a Bedford County, luogo in cui da anni i cacciatori di tesori sperano di recuperare tutti i gioielli, l’oro e l’argento nascosti. 3. Disco di Festo: si tratta di un reperto archeologico ritrovato nell’omonima città, sull’Isola di Creta. Si tratta, come dice il nome, di un disco di terracotta in cui sono stati incisi 241 simboli quando l’argilla era ancora fresca: se molti dei segni sono già stati visti in passato, 45 di essi sembrano essere unici facendo del disco uno dei misteri irrisolti dell’archeologia.

4. Brusio di Taos: in inglese Taos Hum, è un fenomeno che si registra nell’omonima città messicana dagli anni Settanta. Segnalato molte volte, viene descritto come il ronzio di un motore di auto avviato al minimo, molto distante e difficile da rilevare con i microfoni. Sebbene dal 1992 abbiano iniziato uno studio per conoscerne l’origine, ancora oggi non se ne conosce la natura. 5. Il segnale “WOW”: si tratta di un segnale radio a banda stretta rilevato il 15 Agosto 1977 da Jerry R. Ehman, uno dei ricercatori impegnati nella ricerca della vita extraterrestre con il programma SETI. Il segnale durò 72 secondi e, stando alle rilevazioni, sembrò provenire da una zona esterna al Sistema Solare.

Rimbocchiamoci le maniche fiction: anticipazioni quinta puntata del 5 ottobre

android

Aggiornamento Android 6.0, 6.0.1 Marshmallow Samsung Galaxy S5, S6 e S6 Edge Vodafone e Tre Itali H3G download patch sicurezza