in ,

Misty Upham: da “Django Unchained” alla depressione, un’altra anima del cinema se ne va

Misty Anne Upham, nata a Kalispell il 9 luglio 1982, è stata ritrovata esanime ad Auburn, Washington, il 16 ottobre 2014. Misty Upham, attrice statunitense, ha fatto prendere le distanze al suo corpo e alla sua anima, abbandonandosi in fondo ad un dirupo in una zona boscosa. Non è la prima, e forse non sarà nemmeno l’ultima, a scegliere di smettere di essere parte dell’esistenza umana, ma umana lo è stata, e la sua delicatezza nel mondo del cinema va ricordata.

Misty Upham è stata attrice di Frozen River – Fiume di ghiaccio, regia di Courtney Hunt, nel 2008, di Django Unchained, regia di Quentin Tarantino, nel 2012, di I segreti di Osage County, regia di John Wells, nel 2013, di Jimmy P., regia di Arnaud Desplechin, sempre nel 2013.

Soffriva di depressione da tempo, il 5 ottobre 2014 aveva lasciato l’appartamento della sorella e nonostante il grido della famiglia, e le ricerche, di lei non si è più avuto traccia. Dopo 11 giorni il suo corpo è stato ritrovato in una zona boscosa, privo di vita, e riconosciuto in seguito dal padre. La scelta di morire, dopo forti problemi fisici e mentali, accomuna molti attori; ricordiamo anche il suicidio recente di Robin Williams.

a X Factor 8 arriva Tiziano Ferro

X Factor 8, il cast al completo: cosa ne pensa il pubblico?

Aurelia Sordi dichiarazioni neurologo

Pomeriggio 5 diretta, morte Aurelia Sordi: clamorose dichiarazioni del neurologo che la visitò