in ,

MLS, Pirlo e Lampard derisi e sconfitti dai New York Red Bulls

L’isola felice del calcio pare essere scomparsa. Già, perché il soccer, negli Stati Uniti, somiglia sempre più al football. Certo, ancora a livello tecnico l’Mls non è all’altezza dell’Europa ma per quanto riguarda i comportamenti dei tifosi, pare che questi si stiano adeguando molto velocemente al mondo. Infatti, il derby di New York verrà senz’altro ricordato, ma per ciò che è avvenuto prima e durante il match fuori dal campo. Prima dell’incontro, infatti, alcuni esponenti delle due tifoserie si sono scontrati all’esterno di un pub, dando vita a scene di violenza, assai inconsueto dalle parti di New York. Non solo, durante il match, in tribuna i tifosi dei New York Red Bulls hanno sfoggiato un mega striscione (visibile sotto) riservato a Pirlo e Lampard. Di onoreficenza penserate voi…No, lo striscione ritrae i due non più giovani campioni, sottoforma di caricatura, con un bastone in mano come simbolo di vecchiaia.

=> LEGGI TUTTE LE ALTRE NEWS SUL CALCIOMERCATO 2015

Passando al match, i New York Red Bulls si sono imposti per 2 a 0 sul New York City di Pirlo, Lampard e David Villa, dimostrando la loro superiorità. Poche luci e molte ombre per l’ex juventino Andrea Pirlo, che ancora non riesce ad ingranare e a guidare la propria squadra verso la retta via. Ci sarà da lavorare per la divisione dei compiti tra lui e l’ex stella del Chelsea. É proprio Lampard ad avere la prima palla gol ma il suo tiro finisce fuori, per la disperazione dei tifosi. Dopodiché, grazie ad un errore difensivo, Bradley Wright-Phillips mette la partita in una precisa direzione.

Nel secondo tempo, quando ci si aspettava la reazione del New York City, in verità sono i Red Bulls a chiudere il match, grazie al secondo gol di Felipe. Pirlo e Lampard, adesso, dovranno darsi da fare, altrimenti corrono il rischio di dover appendere le scarpette al chiodo e cominciare ad utilizzare il bastone della vecchiaia…

Pirlo

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Manie di persecuzione

Manie di persecuzione sintomi: come comportarsi?

Calciomercato 2015 Lazio rosa: ecco come giocherebbe oggi