in

Moda uomo inverno 2015-2016: la camicia multi-uso, nuova tendenza per l’ufficio e per il tempo libero

A Pitti Firenze l’uomo è protagonista, e tra buyer, giornalisti, venditori, e “manichini umani” alla ricerca di una foto per fare tendenza, le direttive su come vestire per la prossima stagione invernale, non tardano ad arrivare. Uno dei capi più trendy per l’A/I 2016, sarà la classica camicia, rivisitata nelle linee e nei materiali. Gli anni ’70 fino ai ’90, divengono oggetto di culto ed ispirazione. E lo stesso indumento si porta comodamente in ufficio come nel tempo libero.

Si guarda alle icone di qui tempi per confezionare i nuovi modelli, che abbandonano i classici colori come il bianco, il celeste e il grigio chiaro, a favore di microfantasie accattivanti, tartan, righe molto sottili, e variazioni block color. I colli delle camicie divengono più piccoli, massimo 3 cm di altezza. I bottoni alla francese lasciano spazio a chiusure automatiche, o addirittura, semplici impunture. Così la camicia diventa un capo versatile e multiuso.

Senape, smeraldo, cipria, e bluetté, sono i nuovi colori di punta, ai quali si affiancano i grunge sabbiati come il beije e il grigio verde. Sia i quadri che le righe non conoscono mezze misure: o sono molto grandi, o sono molto piccoli. Per i mesi più freddi poi, vengono proposti modelli veramente cool e innovativi, perché caratterizzati da imbottitura con impunture, come quella effetto denim proposta da Tintoria Mattei.

Foto immagine evidenza: stand liberty Rose

Pino Insegno e Paola Perego

Domenica In anticipazioni 18 gennaio: ospiti Raoul Bova e Patty Pravo

Greta e Vanessa rientrano nei loro paesi

Greta e Vanessa, oggi il ritorno a casa: “Chiediamo scusa all’Italia”