in ,

Modello 770/2017 scadenza, proroga al 31 ottobre? Le ultime notizie

Modello 770/2017,  fissato per il prossimo 31 luglio, con probabile proroga al 31 ottobre 2017, il termine di presentazione del modello unificato da parte dei sostituti d’imposta. In attesa della definitiva abrogazione, si procede verso una semplificazione dell’adempimento, per molti versi ormai sostituito dalla Certificazione Unica. Quest’anno i sostituti d’imposta dovranno prestare particolare attenzione alle modalità di gestione dei crediti e delle eventuali dichiarazioni integrative. Possibile effettuare l’invio del modello separatamente, in presenza di più dichiarazioni da inoltrare all’Agenzia delle Entrate.

Quali sono le novità del Modello 770/2017?

Quest’anno il modello 770/2017 unifica i precedenti modelli 770 Semplificato e 770 Ordinario, utilizzati rispettivamente per comunicare i dati fiscali relativi alle ritenute relative al lavoro dipendente e autonomo, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni effettuate nonché il riepilogo dei crediti, il primo, e i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati od operazioni di natura finanziaria effettuate, nonché i dati riassuntivi relativi alle indennità di esproprio e quelli concernenti i versamenti effettuati, le compensazioni operate e i crediti d’imposta utilizzati, il secondo.

>>> Tutte le istruzioni per il Modello 770/2017 <<<

Con il modello va quindi di regola inviato un unico flusso contenente i dati riferiti ai diversi redditi gestiti in esso (redditi di lavoro dipendente, autonomo e redditi di capitale e diversi), tuttavia, è data facoltà al sostituto di trasmettere anche i dati separatamente in più flussi.

I sostituti d’imposta possono quindi suddividere il modello 770/2017 inviando, oltre al frontespizio, i prospetti:

  • SS, ST, SV, SX ed SY relativi alle ritenute operate sui redditi di lavoro dipendente e assimilati separatamente dai relativi prospetti
  • SS, ST, SV, SX, e SY relativi alle ritenute operate sui redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi e in un altro flusso tutti i quadri relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi e redditi di capitale con i connessi quadri
  • SS, ST, SV, SX e SY, sempreché abbiano trasmesso entro il 7 marzo 2017 sia Comunicazioni Certificazioni dati lavoro dipendente e assimilati, sia Comunicazioni Certificazioni dati lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

>>> Tutte le news con UrbanPost <<<

In attesa di una possibile proroga del modello 770/2017 al 31 ottobre, ad oggi non ufficializzata, è utile riepilogare le novità e le modalità che i sostituti d’imposta devono seguire per adempiere correttamente. Il modello 770/2017, da utilizzare per l’adempimento in scadenza il prossimo, 31 luglio, è stato pubblicato il 16 gennaio 2017.

>>> Le ultime notizie con UrbanPost <<<

Modello 770/2017, cosa è? Questo viene utilizzato dai datori di lavoro, come sostituti d’imposta, per comunicare al Fisco le ritenute operate nell’anno precedente, ma anche i versamenti, le eventuali compensazioni operate insieme agli altri dati, sia di natura contributiva che assicurativa, richiesti. La decisione di concedere la proroga è doverosa per poter salvaguardare la pax fiscale, ovvero la sospensione dell’inoltro della documentazione al fisco che riguarda il periodo compreso tra il 1 agosto ed il 4 settembre.

Seguici sul nostro canale Telegram

ATTACCO PARLAMENTO ISIS RIVENDICA

Melilla, uomo accoltella poliziotto al grido di “Allah Akbar”: arrestato

microcip dipendenti

Timbrare il cartellino? No grazie: in USA arriva il microchip per i dipendenti