in , ,

Modello atomico di Bohr: veniva presentato oggi 7 ottobre 1922

Se oggi conosciamo la struttura atomica degli atomi e la meccanica quantistica, lo dobbiamo in primo luogo alle intuizioni di Niels Bohr, che fu uno dei più grandi fisici del XX secolo. Niels Bohr nacque a Copenaghen il 7 ottobre 1885 e, prima della matematica e della fisica, il suo interessa verteva soprattutto sul calcio. Si dice, infatti, che ai tempi dell’università, durante una partita, non riuscì a parare un tiro poiché distratto da un problema matematico.

Le ricerche di Niels Nohr si fondano sulle intuizioni del chimico Ernest Rutheford, che per primo teorizzò un modello atomico nel quale massa si trovava tutta concentrata in un punto e in una porzione molto piccola – ovvero il nucleo caricato positivamente – attorno al quale ruotavano gli elettroni seguendo una traiettoria concentrica, definita orbitale. Basandosi su questa teoria, Niels Bohr, il 7 ottobre 1922, pubblicò il proprio modello atomico introducendo anche una teoria secondo la quale gli elettroni viaggiano su orbite ben delineate e che corrispondono ai diversi stati di energia attorno al nucleo dell’atomo.

Da quel momento presero piede anche la teoria dei quanti e la meccanica quantistica come oggi la conosciamo. I suoi lavori sulla fisica quantistica gli fanno vincere il Premio Nobel per la Fisica nel 1922. Negli anni ha ispirato la cultura di massa, nonché scienziati in tutto il mondo. Era molto amico di Albert Einstein e, tra le onorificenze, ricevette l’ordine cavalleresco più importante della Danimarca: l’Ordine dell’Elefante.

Seguici sul nostro canale Telegram

Uragano Metthew: tragedia umanitaria ad Haiti, 343 morti nei Caraibi

previsioni meteo 7 ottobre 2016

Previsioni meteo 7 ottobre 2016: bel tempo al Nord, perturbato al Centrosud