in ,

Modena, vince 2 milioni al “Gratta e Vinci”, ma Lotterie Nazionali glieli nega

La fortuna, si sa, è cieca, ma in alcuni casi si rivela addirittura beffarda. E beffarda è stata per un uomo di Carpi (Modena), il quale, avendo acquistato un “Gratta e Vinci” da 2 milioni di Euro, si è visto andare in frantumi i propri sogni. La società Lotterie Nazionali srl gli ha infatti negato la vincita, ritenendo che il biglietto vincente fosse contraffatto.

L’uomo tuttavia non si è rassegnato e, convinto che la cifra gli sia dovuta, si è rivolto all’avvocato Federico Brausi e al notaio Paolo Vincenzi per ottenerla. “Nel novembre 2014 – racconta il notaio – un cliente mi ha dato il mandato fiduciario per incassare la vincita di 2 milioni e 50 euro. Ho quindi consegnato il biglietto originale nella sede di Lotterie nazionali a Roma, ufficio premi”.

Ma la storia non finisce qui. Il notaio fa sapere che qualche tempo dopo è arrivata la risposta di un legale delle Lotterie Nazionali: “Mi scrive che la commissione esaminatrice ha ritenuto il biglietto contraffatto e quindi la società non pagherà. Ho scritto chiedendo in cosa consisterebbe la contraffazione ma non mi hanno risposto”. A questo punto non si è fatta attendere la contromossa dell’avvocato Brausi, che al “Resto del Carlino” dichiara: “Ho richiesto alla Procura di Roma di poter vedere il verbale della commissione così potremo capire la contestazione e sapere contro chi avviare un eventuale procedimento civile per riscuotere il denaro“.

startup premi

Startup, al via la Start Cup Puglia 2015

Si può fare derubata

Si può fare, Mariana Rodriguez derubata durante la diretta