in

Mollica di pane, ecco perché non dovresti dare le briciole a pesci e uccelli  

Una delle scene più belle del film del 1964 Mary Poppins, interpretato da Julie Andrews, che quest’anno ha ricevuto a Venezia il Leone d’oro alla carriera, è senza dubbio quella della cattedrale, che vede un’anziana signora dar da mangiare ai piccioni. E almeno una volta nella vita vi sarà capitato di lanciare delle briciole di pane a pesci e uccelli, magari in riva al mare, lungo le sponde di un lago o in pieno centro, seduti sui gradini di una chiesa, come la vecchietta del lungometraggio disney tratto dal romanzo di P.L. Travers. Beh, è un gesto, che seppur innocente, non giova affatto ai nostri amici animali. Ed eccoci pronti a chiarire il perché…

Mollica di pane, ecco perché non dovresti dare le briciole a pesci e uccelli

Come si legge sul giornale “Focus D&R” dar da mangiare la mollica di pane può provocare nei pesci seri problemi, di tipo meccanico e fisiologico, che possono condurre addirittura alla morte. Difatti a contatto con l’acqua la mollica si gonfia e una volta ingerita può ostruire l’esofago. Senza contare poi che in alcuni pesci, soprattutto quelli carnivori, stomaco e intestino non sono popolati da enzimi che permettono all’amido, presente in cibi come pane, pasta e patate, di essere assimilato e dunque digerito. Per gli uccelli selvatici vale lo stesso discorso: la briciola di pane è meglio non darla. Brioches, biscotti e riso sono seriamente sconsigliati! A mo’ di esempio “Focus D&R” cita i cigni reali (nome scientifico Cygnus olor), uccelli acquatici appartenenti alla famiglia Anatidae, originari dell’Eurasia ma introdotti anche in America Settentrionale, Oceania e Africa Meridionale, i quali amano cibarsi delle briciole di pane gettate da turisti e viandanti, non consapevoli però dei rischi gravi a cui essi vanno incontro. I cigni reali (lo stesso vale per i germani reali) possono sviluppare, infatti, una malattia, chiamata “ala d’angelo”, la quale va a deformare le piume delle ali. Come riportato anche dal portale “Animali volanti” per gli scienziati la causa dell’ala d’angelo è da ricercarsi in una dieta malsana a base di proteine e/o carboidrati: “Questa malattia fa sì che l’ultima articolazione in una o entrambe le ali, si pieghi in modo innaturale verso l’esterno piuttosto che rimanere disteso lungo il corpo”. Una malformazione che proibisce agli animali acquatici di volare e implicitamente di sopravvivere: i volatili privati dell’uso delle ali non riescono a scampare, infatti, ai predatori.

Conseguenze pericolose per uomini e animali

Dunque dare la mollica di pane a uccelli e pesci, un gesto che per molti è un caro ricordo di infanzia da riprodurre assieme a nipoti e figli, è sconsigliato vivamente. Non fa bene, anche perché ricevere cibo in abbondanza inaspettatamente fa sì che gli animali non sentano più l’esigenza di procacciarselo da soli. Tenete pure presente che esso inoltre li abitua alla presenza dell’uomo di cui uccelli e pesci smettono di avere paura, con conseguenze pericolose per gli uni e gli altri. In parole povere quel semplice gesto di donare una mollica di pane altera l’equilibrio della natura, crea scompensi nel cerchio della vita, per usare un’altra metafora disneyana, presa in prestito stavolta dal classico d’animazione Il Re Leone. 

leggi anche l’articolo —> Caffè a digiuno: ecco perché non dovresti mai consumarlo a stomaco vuoto

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Elenoire Casalegno Instagram, curve da sballo: «Che fisico! Complimenti»

Piattaforma Rousseau, risultati: i grillini hanno espresso il loro voto sull’accordo di governo con il PD