in ,

Caso Moncler, è più grave maltrattare gli animali o fregare il lavoro alle persone?

Del caso Moncler abbiamo già parlato a sufficienza, dando spazio sia all’inchiesta di Report, sia alla replica ufficiale dell’azienda italiana. Qui non scendiamo nel merito, perché a questo punto è più materia da avvocati che da giornalisti. Però faremo uno sforzo di fantasia e ipotizzeremo però che un’azienda X, con sede in un paese con un alto costo del lavoro, abbia trasportato una corposa fetta della propria produzione nell’Est Europa. In Romania, diciamo. L’operazione si svolge alla luce del sole e con tutti i crismi della legalità. Tempo dopo un giornalista scopre che la stessa azienda X fabbrica i propri prodotti attraverso comportamenti “crudeli” nei confronti degli animali. Prendendo a calci i cani, diciamo.

Moncler agita solo gli animalisti

E allora la rete si mobilita. Ne nasce di quelle proteste “facebookare” con migliaia di messaggi sulla pagina ufficiale dell’azienda X, roba che fa immaginare la rivoluzione armata, mentre i partigiani da tastiera non faranno mai nulla oltre a scrivere insulti e grattarsi le gonadi. Ecco, è un apparente finimondo.

La cosa curiosa è che tutto nasce dalla violenza sui cani, ingiustamente presi a pedate. Mentre il fatto che l’azienda sia in Romania non sconvolge granché. Ancora più buffo è che i pretoriani dei quadrupedi non siano tutte persone abbienti alla ricerca di una causa persa a cui dedicare le proprie giornate. Anzi, parecchi di loro avrebbero molto più bisogno di un posto di lavoro nel proprio paese presso l’azienda X che di sapere che in Romania nessun cane sta venendo preso a calci.

Se l’azienda X avesse sede in un paese che ha dato i natali a fior fiore di registi, potremmo dire che è curioso come sul comportamento dell’azienda verso gli animali si sia girato un film pieno di effetti speciali e scene toccanti. Mentre, forse perché quel paese non è altrettanto rinomato per i suoi fotografi, la questione del lavoro non viene mai messa a fuoco.

Brittany Maynard eutanasia

Brittany Maynard eutanasia, dure critiche dal Vaticano: “Morte senza dignità”

Inter-Fiorentina highlights Serie A

Saint Etienne – Inter probabili formazioni Europa League