in

Mondiale 2014: ragazzo paraplegico darà via alla manifestazione

Il calcio fa discutere, arrabbiare e spesso purtroppo ci fa assistere a spettacoli che nemmeno lontanamente vorremmo vedere. Questo sport ha però il grande pregio di unire popoli differenti e talvolta farsi portatore di grandi messaggi per il mondo intero. Alla cerimonia d’apertura dei Mondiali del Brasile, prima del match che vedrà i verdeoro sfidare la Croazia, tutti gli spettatori assisteranno ad una dimostrazione scientifica.

Brasile 2014

Sarà infatti un ragazzo paraplegico a dare  il via alla manifestazione di calcio più importante. Come? Al ragazzo è stato fornito un esoscheletro che gli consentirà di poter muovere i propri arti mediando il solo pensiero. Degli elettrodi attaccati alla testa faranno sì che l’impulso si traduca in movimento, mediante la rielaborazione di un computer.

Il governo brasiliano è stato convinto dalla proposta di Miguel Nicoleis, illustre scienziato brasiliano, che lavora da anni al progetto. Il suo grande sogno è poter restituire la possibilità di camminare a chi non può più farlo, eliminando per sempre la sedia a rotelle.

La dimostrazione davanti agli occhi dell’intero globo potrebbe costituire un importantissimo passo, per quello che solo pochi anni fa veniva semplicemente chiamato “miracolo”.  Sono questi i messaggi di cui il calcio deve farsi portatore.

Governo: salta bonus di 80 euro per famiglie numerose monoreddito

Jamie Dornan 50 sfumature di grigio

50 sfumature di grigio, Jamie Dornan si prepara ad affrontare la sfida, ma ammette: “Non mi piace molto il mio fisico”