in ,

Mondiale Brasile 2014, Algeria: giocatori donano premio ai bambini di Gaza

C’è spazio per la generosità ai Mondiali Brasile 2014: l’Algeria ha infatti donato il premio ai bambini di Gaza. L’annuncio è stato dato dall’attaccante Islam Slimani: “Loro ne hanno più bisogno di noi”. Un gesto concreto e speriamo imitato da molte altre nazionali. La cifra è ingente, visto che i 23 calciatori hanno avuto in totale 9 milioni di euro per la qualificazione agli ottavi di finale.

Algeria mondiali

La sorpresa è doppia, anche perchè le altre nazionali africane impegnate nella manifestazione mondiale hanno litigato con la propria federazione per i premi. Esempio estremo, il Camerun: i giocatori hanno piantato i piedi addirittura prima ancora di partire il Brasile. Non erano d’accordo sulla cifra che gli sarebbe andata in tasca in caso di risultati positivi. Il Camerun ha perso tre partite su tre. Discorso simile per Nigeria e Ghana, le cui discussioni sono avvenute a mondiale in corso. Fa per fortuna eccezione l’Algeria, dove però le polemiche non mancano. Il tema è totalmente diverso.

Vahid Halilhodzic, il commissario tecnico autore del miracolo algerino, non sarà infatti confermato sulla panchina della nazionale. L’obiettivo minimo per garantirsi il rinnovo di contratto, infatti, era la semifinale. Letta da un altro punto di vista, la clausola era di fatto un particolare caso di mobbing. L’allenatore, infatti, era arrivato ad allenare l’Algeria tra molte polemiche e la federazione era spaccata sulla sua firma. Allora ad Algeri hanno pensato ad una condizione praticamente irrealizzabile per il rinnovo: arrivare in semifinale al mondiale.

 

concorso naba

Design del Gioiello: Naba mette in palio 4 borse di studio per il 2014/2015

Street food ed eventi a Bologna con il Mercatino Verde del Mondo