in ,

Mondiali 2014: Italia deludente contro il Lussemburgo (1-1), c’è da preoccuparsi (video)

Stasera, contro il Lussemburgo, doveva essere la festa per accompagnare l’Italia in aeroporto. Doveva essere la scorpacciata di gol che ci carica, ma non ci esalta. E’ stata la partita che ci fa preoccupare ancora di più dopo l’Irlanda. Non può fare altrimenti il Ct, fa il politico. Vede del bello dove non ce n’è proprio. Prandelli dice che – contro il Lussemburgo – non è affatto un collaudo fallito perchè abbiamo costruito tante occasioni. Ha visto delle cose interessanti. Noi meno. Anzi, noi siamo preoccupati. Perchè la squadra non è precisa e perchè subisce troppo dietro. Contro il Lussemburgo.

http://www.youtube.com/watch?v=KuNzAebUNFw

Buffon, De Sciglio, Abate, Chiellini, Bonucci, Pirlo, Verratti, De Rossi, Marchisio, Candreva, Balotelli. Sceglie loro Prandelli. Un 4-1-4-1 che potrebbe essere riproposto anche nella prima partita contro l’Inghiterra, ma che non ha convinto. Una sola punta, Mario Balotelli, due incursori come Candreva e Marchisio che però in certi casi, soprattutto quando si attacca con la difesa avversaria schierata, tolgono spazio proprio a Mario. In mediana Verratti e Pirlo sono entrambi chiamati a fare gioco, anche se in maniera diversa. Il giovane nello stretto, Andrea nel lungo. Ma anche in questo caso, spazi, distanze e compiti in fase di copertura devono essere chiariti. Interessante la posizione di De Rossi, anche lui abituato ad impostare l’azione. Proprio il giocatore della Roma è la chiave di volta per cambiare il sistema di gioco, passando alla difesa a tre in modo che De Sciglio e Abate possano spingere entrambi e garantire superiorità numerica a centrocampo. Cosa che potrebbe diventare importante contro la fisicità inglese. Prandelli vuole che, una volta recuperata palla, i centrocampisti servano subito Balotelli, che possa poi costruirsi da solo palle gol, ma soprattutto servire gli inserimenti di Candreva e Marchisio. E proprio così è arrivato il gol dop0 10 minuti. Marchisio trova in profondità Balo che controlla in maniera superba e serve di esterno il centrocampista della Juve a centro area, il quale di testa fa 1-0. Poi, dopo un’occasione sprecata dal centravanti del Milan, l’Italia rallenta il ritmo e si abbassa.

Verratti si mette in mostra con qualche numero e assist, per il resto, però, la Nazionale è imprecisa e gli errori di misura sono troppi. Nel primo tempo Pirlo corricchia, Abate non spinge come vorrebbe Prandelli, mentre Candreva è fuori dal gioco. Ci mancava Bonucci (che ha sbagliato tutto a Londra con l’Irlanda e molto fino a quel momento col Lussemburgo) che si mette a pontificare sul finale di primo tempo con Abate e Balotelli. Nel secondo tempo entra Cassano e il barese illumina. Con Mario sa cosa fare quando farlo, ma soprattutto Antonio alza i ritmi e anima tutta la squadra: due traverse in 120 secondi. Poi basta. E dietro continuiamo a non essere attenti e concediamo troppo al Lussemburgo, che, puntuale, pareggia al 40esimo da una distrazione su calcio d’angolo. Finisce 1-1. L’Italia che sta volando per il Brasile non vince da 7 partite. Domenica 8 ci sarà l’ultimo test contro la Fluminense. Poi sarà Mondiale. Siamo pronti?

Miley Cyrus si scatena in tour: rave party e vodka senza freni

Lepenizzazione avanzata