in ,

Mondiali di calcio brasiliani: fanno esplodere la spesa con carte di credito, ma non il Pil carioca

Due settimane dopo la fine dei mondiali di calcio in Brasile, con il trionfo della Germania Campione del mondo, si vedono gli effetti sul commercio e sull’uso della moneta elettronica. Visa, uno dei principali sponsor della Fifa ha verificato che tra il 12 giugno e il 13 giugno, durante lo svolgimento dei mondiali brasiliani, l’aumento della spesa globale è stato del 143% rispetto allo stesso periodo del 2013. nel solo Brasile sono stati spesi 279 milioni di euro, contro i 190 di Sud-Africa 2010.

coppa del mondo vinta dalla Germanianon ha portato benefici economici al Brasile

Sono stati principalmente americani, inglesi e francesi, quelli che hanno speso di più. Le città brasiliane le città dove si è registarto il maggior beneficio economico sono: Rio, San Paolo e Brasilia. Il mondiale, dunque, ha avuto nell’immediato un effetto benefico sull’economia del paese carioca.

Purtroppo gli effetti positivi sono destinati ad indebolirsi nel medio termine e secondo l’analisi di Société Générale gli investimenti in infrastrutture aumenteranno il Pil brasiliano solo dello 0,1-0,2%. Anche Ubs che ha condotto degli studi su precedenti mondiali di Francia 98 e Germania 2006, ha verificato che nei paesi ospitanti non si verificano significativi “impatti positivi per i Paesi ospitanti su turismo, occupazione e reddito”. In Brasile la situazione è ancora più difficile dato che gli investimenti maggiori sono stati per gli stadi, il Paese è molto vasto e sembra difficile che i benefici possano ricadere sulla popolazione.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

ma il mare non vale una cicca

Marevivo, la campagna contro i mozziconi di sigarette ritorna

dieta detox

Dieta depurativa: una settimana