in

Monete 1 centesimo e 2 centesimi: Bruxelles le vuole eliminare

Novità in vista per la sorte delle monetine da 1 e 2 centesimi di euro. Da Bruxelles la Commissione europea studia la loro possibile eliminazione. Secondo le stime in tutto il mondo ne circolano circa 46 miliardi di pezzi. La decisione di eliminarli è correlata al risparmio, infatti la coniatura avrebbe provocato una voragine economica di 1,4 miliardi. Oltre al fatto che una volta intascati rendevano meno di quant’erano costati dalla Zecca.

La volontà di eliminarli è giunta dopo una lunga consultazione tra il vicepresidente della Commissione europea e il commissario agli affari economici Olli Rehn, ed una ricca schiera di banchieri ed economisti.
11972907-euro-cent-greci-ecco-monete-da-1-2-e-5-centesimi

Tuttavia se da un lato c’è chi è favorevole, dall’altro c’è chi pensa ai possibili rischi, per questro la decisione finale non è ancora stata presa. Da Bruxelles informano che ci vorranno ancora altre consultazioni. Sono ancora molti a pensare che “gli spiccioletti” siano serviti a fronteggiare quanto meno il prezzo “arrotondato” delle cose, anche se sempre si sono rivelati per quello che erano stati considerati fin dall’inizio, ossia piccola robetta di scambio, esclusa dai grandi flussi economici.

Olli Rehn dopo le consultazioni non ha preso ancora nessuna decione finale in merito, ma bensì 4 possibili: far finta di nulla e lasciare tutto com’è ora, soprattutto in questo scenario economico delicatissimo. Cambiare la composizione del metallo, rendendo il costo al conio più esiguo. Una manovra che preveda il ritiro immediato di tutte le mone da 1 e due centesimi. Infine un blocco della produzione graduale. Staremo a vedere.

ballarò

Crozza Copertina Ballarò, 14 maggio: riforma del codice penale ribattezzato “Codice Opinabile”

beyoncè knowles

Beyoncè dà buca al concerto ad Anversa: si sospetta una nuova gravidanza