in

Monica Cirinnà: soldi nella cuccia del cane, il mistero nella fattoria di Capalbio

Un mistero ha sconvolto la tenuta agricola CapalBIO Fattoria di Capalbio, in provincia di Grosseto, dove vive la senatrice del Partito Democratico Monica Cirinnà. Infatti, durante i lavori di ristrutturazione della villa, nella cuccia del cane è stata ritrovata una busta piena di soldi. (Continua a leggere dopo la foto)

Monica Cirinnà

Monica Cirinnà, soldi nella cuccia del cane

Un mistero ha scosso gli animi della tenuta agricola CapalBIO Fattoria, di proprietà della senatrice Monica Cirinnà e del marito Esterino Montino, sindaco di Fiumicino. L’azienda agricola biologica si estende per oltre 136 ettari nel cuore della Maremma Toscana, ed utilizza esclusivamente sistemi di produzione volti al rispetto dell’ambiente e della biodiversità.

Anni fa, i due politici costruirono una cuccia per dare rifugio ai cani randagi. Durante dei lavori di ristrutturazione, proprio all’interno di questo giaciglio è stata ritrovata una busta piena di banconote arrotolate e legate con degli elastici. Gli stessi proprietari dell’azienda, dopo essere venuti a conoscenza del fatto, hanno denunciato il tutto ai carabinieri.

L’ipotesi più probabile è che questi soldi provengano da un’azione delittuosa. Dagli inquirenti è considerato possibile che le banconote siano state temporaneamente nascoste nella CapalBIO Fattoria nella speranza di poterle poi riprendere in un secondo momento. Per tale ragione, i carabinieri hanno già domandato alla Banca di Italia di controllare le banconote, in modo tale da scoprire se derivino da una rapina.

La reazione della senatrice

Il sindaco di Fiumicino e la ministra hanno condiviso una nota congiunta nella quale dichiarano: “In merito all’importante cifra di denaro rinvenuta casualmente nella nostra azienda e che abbiamo prontamente consegnato ai carabinieri, siamo felici che quel denaro, molto probabilmente frutto di qualche reato compiuto da malviventi, sarà nella disponibilità del Fondo unico per la giustizia e che verrà utilizzato per fini di pubblica utilità. È questo il comportamento corretto che ogni cittadino onesto deve tenere e siamo orgogliosi di quanto fatto. Siamo in contatto con la Procura di Grosseto e con il comando provinciale dei carabinieri per avere notizie sull’evoluzione delle indagini al fine anche di assicurare serenità e sicurezza alla nostra azienda”.

Mantenere pulita la piscina: come fare?

matteo bassetti vaccino e green pass

Matteo Bassetti: “Stop green pass tramite i tamponi, sì ai vaccini anche per gli under 12”