in

Monica Vitti malattia: come sta l’attrice da tempo ritiratasi dalle scene

Da anni Monica Vitti è affetta da una malattia degenerativa simile all’Alzheimer, che purtroppo l’ha costretta a ritirarsi dalle scene. Lei, forse unica «mattatrice» della commedia italiana, una delle più note attrici del cinema nostrano, è famosa per ruoli brillanti come quello di Assunta Patanè ne La ragazza con la pistola di Mario Monicelli e per le interpretazioni drammatiche nella “tetralogia dell’incomunicabilità” di Michelangelo Antonioni (L’avventura, La notte, L’eclisse e Deserto rosso). Oltre all’affetto del pubblico, che non l’ha mai dimenticata, tanti riconoscimenti, come 5 David di Donatello vinti come migliore attrice protagonista, 3 Nastri d’Argento, un Ciak d’oro alla carriera, 12 Globi d’oro, il Leone d’oro alla carriera a Venezia e un Orso d’argento alla Berlinale. Insomma tutto quello che un’attrice avrebbe potuto sognare, Monica Vitti lo ha ottenuto.

Monica Vitti malattia: come sta l’attrice da tempo ritiratasi dalle scene

Oggi di lei, nata il 3 novembre 1931 a Roma, si sa poco e niente. A lungo si è parlato di un suo ricovero in una clinica in Svizzera, una voce però smentita dal marito di lei, il fotografo e regista di scena Roberto Russo (con cui Monica Vitti si è sposata il 28 settembre del 2000 in Campidoglio dopo 27 anni di fidanzamento). Questi ha dichiarato false le voci della degenza dell’attrice in Svizzera e ha chiarito che la moglie vive nella sua casa a Roma di sempre, accudita proprio dal marito e da una badante. Le ultime apparizioni risalgono agli inizi del secolo: il 15 giugno del 2000 Monica Vitti ha partecipato al party per gli 80 anni di Alberto Sordi, con cui più volte si era trovata piacevolmente a lavorare, il 24 dello stesso mese la diva era poi ai festeggiamenti della sceneggiatrice Suso Cecchi D’Amico per la consegna dei Globi D’Oro a Cinecittà. Quello stesso anno era nella Basilica di San Pietro in Vaticano per il Giubileo. Nell’aprile del 2001 arrivò al Quirinale proprio per la consegna dei David di Donatello. L’ultima volta che si è mostrata in pubblico è stata a marzo del 2002 alla prima teatrale italiana di Notre-Dame de Paris. Quello stesso anno è stata paparazzata dapprima in giro per le vie di Roma e poi a Sabaudia, in compagnia del marito. Il 6 novembre del 2003 è stata resa pubblica la notizia di un ricovero in ospedale della Vitti per una frattura al femore. Da allora nessuna foto né intervista dell’attrice. Qualche tempo fa era venuta fuori la finta notizia della morte di Monica Vitti, poi subito smentita. Già nel 1988, il prestigioso Le Monde aveva dato dato per certo il decesso dell’attrice e all’epoca l’antidiva l’aveva presa con ironia e aveva ringraziato il quotidiano francese per averle in quel modo allungato la vita. 

Monica Vitti, il ricordo di Catherine Spaak: «Sul set capii che non stava benissimo!»

In una recente intervista al programma radiofonico I Lunatici Catherine Spaak ha parlato della malattia di Monica Vitti, sua cara collega con cui ha lavorato sul set del film Scandalo segreto del 1990: «Io e Monica ci frequentavamo al di là del lavoro, all’epoca abitavamo vicine, era una donna divertente, molto simile ai suoi personaggi, una donna deliziosa, ironica, imprevedibile, molto gentile. Di lei ho un bellissimo ricordo. Sul set capii che non stava benissimo!», ha spiegato l’attrice che poi ha concluso: «Ho fatto l’unico film di cui Monica abbia curato la regia, interpretavo l’amante di un uomo. Aveva dei vuoti di memoria, cambiava le battute, iniziò ad essere diversa dalla Monica che conoscevo!». Di lì a poco la Vitti si sarebbe ritirata definitivamente dalle scene, per poi eclissarsi definitivamente nel 2003.

leggi anche l’articolo —> Rocco Papaleo malattia: «Mi ha permesso di sviluppare uno sguardo diverso!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Brenda scomparsa a Verona, Andrea Felicetti: dal suo cellulare emersi elementi sospetti

Elisabetta Gregoraci maliziosa e provocante su Instagram: linguaccia e micro slip