in ,

Montanha recensione film di João Salaviza, settimana della critica a Venezia 72

Montanha, film di João Salaviza, che concorre alla 72. Mostra del Cinema di Venezia per il Premio Opera Prima Luigi De Laurentiis nella Settimana della Critica, con Carloto Cotta, Maria João Pinho, Rodrigo Perdigão, David Mourato e Margarida Fernandes, sviscera la montagna interiore di un ragazzino adolescente, David, che si trova a prendere in mano le redini della propria vita.

Tutti noi abbiamo incrociato una parte del cammino di David, la notizia di una figura-montagna, il nonno, che sta per andarsene e raggela la vita, la speranza di essere visti dalla persona amata, anche se soltanto per qualche istante, la voglia di tenerezza, il bisogno di stare sotto le coperte calde, la tentazione di rubare e incendiare il peccato, i primi gesti d’amore e le lacrime per la consapevolezza di dover lasciare andare, avere paura, discutere con il padre, chiedere alla madre, David è un adolescente che sta per crescere.

Salaviza ci mostra a 360 gradi questo universo, dall’uso degli stupefacenti ballando per non pensare, al richiamo costante di un nome che non riusciamo a toglierci dalla mente. David e Paulinha, teneri, insieme, scalano la Montanha di entrambi e non hanno più paura di crollare per qualche istante. La vita va avanti, con le spalle un po’ più pesanti.

feste popolari Marche settembre 2015

Sagre Marche settembre 2015: feste popolari e itinerari del gusto, tra funghi e vini

Mostra del Cinema di Venezia 2015, Sangue del mio sangue trailer, bellocchio

Mostra del Cinema di Venezia 2015, “Sangue del mio sangue” il trailer del film di Marco Bellocchio