in

Morta Marella Agnelli Caracciolo: la vedova dell’Avvocato aveva 92 anni

Oggi, 23 febbraio 2019, è morta nella sua casa di Torino Marella Agnelli Caracciolo. La vedova dell’avvocato Agnelli aveva 92 anni e si è spenta dopo una lunga malattia. Negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano aggravate e la situazione sembrava volgere all’epilogo di oggi. Marella Agnelli era sposata con l’avvocato Gianni Agnelli, scomparso il 24 gennaio 2003. Era madre di Edoardo e di Margherita Agnelli, da cui ha avuto otto nipoti: i fratelli John e Lapo, Ginevra, Pietro, Sofia, Maria, Anna e Tatiana. I funerali, ha fatto sapere la famiglia, si svolgeranno in forma privata.

Leggi anche –> Lapo Elkann oggi: il rampollo di casa Agnelli vuole cambiare vita per lei (FOTO)

Chi è Marella Caracciolo, moglie di Gianni Agnelli

Marella Caracciolo Agnelli era nata a Firenze il 4 maggio 1927 da una famiglia dell’antica aristocrazia napoletana. Durante la sua gioventù ha vissuto in diversi paesi d’Europa al seguito del padre diplomatico, Filippo Caracciolo di Castagneto. La madre Margaret Clarke era di origini statunitensi. Un suo fratello, Carlo Caracciolo, è stato fondatore insieme con Eugenio Scalfari del gruppo editoriale l’Espresso-La Repubblica. Un altro fratello, Nicola Caracciolo, era giornalista, studioso di storia contemporanea e autore televisivo. Il 19 novembre 1953 Marella Caracciolo ha sposato Gianni Agnelli nel castello di Osthoffen, a Strasburgo, in Francia, dove il padre era il rappresentante diplomatico italiano presso il Consiglio d’Europa. La coppia ha avuto due figli Edoardo e Margherita Agnelli. La signora Agnelli aveva otto nipoti: i fratelli John e Lapo, componenti dell’attuale consiglio d’amministrazione della FIAT e della Juventus calcio, Ginevra, Pietro, Sofia, Maria, Anna e Tatiana. Marella aveva poi sei bisnipoti: Leone, Oceano e Vita figli di John con Lavinia Borromeo; Giacomo, Pietro e Marella figli di Ginevra con Giovanni Gaetani dell’Aquila d’Aragona.

L’amore dei signori Agnelli per l’arte

Marella Agnelli aveva moltissimi interessi. Nel 1973 intraprese la carriera di designer di alta moda, specializzandosi in particolare nella realizzazione di disegni per stoffe d’arredamento. La Signora Agnelli aveva l’hobby del giardinaggio, che trasformò poi in una professione scrivendo diversi libri a riguardo. Era membro dell’International Council del MOMA di New York, del Tate International Council di Londra, del Board degli Amici dei Giardini Botanici Hanbury ed presidente dell’Associazione Amici Torinesi Arte Contemporanea. È stata fotografata da alcuni fotografi fra i quali Clifford Coffin, che la ritrasse insieme con altre dame dell’aristocrazia romana per l’edizione del 1º marzo 1949 di Vogue USA. Andy Warhol la fotografò insieme al marito Gianni e la foto venne inserita in una delle sue famose serie di serigrafie colorate. Ha avuto modo di frequentare numerosi personaggi del mondo dell’arte e della letteratura. Grandi collezionisti d’arte, Gianni e Marella Agnelli hanno posseduto opere di Canaletto, Bellotto, Canova, Manet, Renoir, Picasso, Matisse, Severini e Modigliani. Gran parte di questa collezione privata è stata donata alla “Fondazione Giovanni e Marella Agnelli” ed esposti nella Pinacoteca del Lingotto nel settembre 2002, pochi mesi prima della morte di Gianni Agnelli. La Pinacoteca è ospitata all’interno di una speciale struttura, detta lo Scrigno, progettata da Renzo Piano sul tetto dell’edificio del Lingotto, storica sede della FIAT.

Leggi anche –> Lapo Elkann torna in Italia: il tenero abbraccio con il padre Alain

“Wanda Nara voleva farmi da procuratrice, rifiutai”, Maxi Lopez svela i dettagli

Diletta Leotta, foto hot rubate: la testimonianza della conduttrice