in

Morte Annamaria Sorrentino: sinistre parole all’amica prima di morire, nuove sconcertanti indiscrezioni sul caso

Morte Annamaria Sorrentino news oggi: l’inchiesta sulla misteriosa morte della 29enne ex Miss Campania, avvenuta lo scorso 16 agosto, di cui si sta occupando il settimanale Giallo, si arricchisce di ulteriori inquietanti particolari. Dettagli preoccupanti che fanno allontanare oltremodo la tesi del suicidio, mai sposata dalla famiglia Sorrentino. A ritenere siffatta ipotesi non plausibile, l’avvocato della famiglia Sorrentino, Nicodemo Gentile (Associazione Penelope), il quale ospite in studio a Quarto Grado, venerdì scorso ha esplicitamente detto che dietro la morte di Annamaria ci sarebbe ben altro; qualcosa di grave che ancora deve essere scandagliato dalla magistratura.

Annamaria all’amica: «Se mi succede qualcosa chiama mia sorella»

Il penalista sulla sua pagina Facebook ha scritto un post in merito: «Morte di Annamaria Sorrentino. La ragazza, che domani avrebbe compiuto 30 anni, aveva paura. L’ipotesi del suicidio è una barzelletta. Tutte da chiarire ancora la dinamica e le responsabilità. Emergono particolari inquietanti da approfondire. Noi con la famiglia per dare Giustizia ad Annamaria». I dettagli sconcertanti di cui parla l’avvocato Gentile li rivela il settimanale Giallo.

Annamaria Sorrentino temeva di essere uccisa?

«Se mi succede qualcosa chiama mia sorella», queste le sinistre parole dette da Annamaria ad un’amica intervistata dal settimanale diretto da Andrea Biavardi. Possibile che la bellissima 29enne, vittima di violenze domestiche da parte del marito geloso, dal quale voleva separarsi, temesse per la sua incolumità? La testimone, migliore amica di Annamaria, ha poi detto a Giallo: «A insistere per andare tutti insieme al mare erano stati suo marito e la moglie del suo amante. Sospetto che volessero metterla alle strette per farle confessare la sua relazione» con Salvatore. In effetti ci si è chiesti come mai, nonostante a conoscenza del fatto che la moglie lo tradisse con l’amico Salvatore, Paolo avesse deciso di trascorrere le vacanze vicino Tropea proprio con lui, la moglie e un’altra coppia di amici. Carmelo Abbate a Quarto Grado ha appunto ipotizzato un possibile ‘tranello’ ordito ai danni di Annamaria e l’amante Salvatore. La loro tresca era stata scoperta e la furiosa lite in casa nelle ore precedenti la morte della ex Miss, infatti, scoppiò proprio tra lei, il marito Paolo, l’amante Salvatore e la di lui moglie, Daniela. Con quest’ultima Annamaria, secondo quanto ha riferito Paolo, si sarebbe azzuffata. Ma niente è chiaro, al momento.

Potrebbe interessarti anche: Miss morta a Tropea, cosa ha visto e sentito il testimone: parole inquietanti a Quarto Grado

Lino Guanciale su “Il commissario Ricciardi”: «Ha un dono che è anche un’enorme maledizione!»

romina-power compleanno

Romina Power compleanno, la gaffe nel web: «Eppure non mi sento così vecchia»