in ,

Morte Ciro Esposito news: Daniele De Santis non è un bruto omicida a sangue freddo

E adesso? Dopo che in molti gli avevano dato del bruto assassino a sangue freddo, cosa facciamo? Daniele de Santis avrebbe sparato a Ciro Esposito quando era già a terra sanguinante, colpito da coltellate all’addome, “vittima di una brutale aggressione”. Sarebbero queste le circostante nella quali sarebbe stato ferito Ciro Esposito, morto un mese e mezzo di agonia all’Ospedale Gemelli di Roma.

morto ciro esposito napoli ultras

Un ragazzo è stato ucciso, ma un uomo è su un letto dell’ospedale di Viterbo. E’ proprio Daniele De Santis. Nessuno sta dicendo che dobbiamo rimangiarci tutto quello che abbiamo su Ciro Esposito. Ma sicuramente, ancora una volta, sono state assegnate le parti troppo in fretta. E a Daniele De Santis – che nella vita non è certo uno stinco di santo – è stata immediatamente fatta recitare quella dell’omicida senza scrupoli. E invece non sarebbe così, almeno secondo gli esperti del Racis, secondo cui De Santis avrebbe sparato per legittima difesa, mentre era già a terra e veniva accoltellato e pestato dei tifosi del Napoli. Non è un caso che due siano indagati per rissa aggravata e chissà se l’accusa non si trasformerà in tentato omicidio. Certo, Daniele De Santis dovrà rispondere di omicidio volontario. La sua posizione, però, sta cambiando. Ne sapremo di più il 24 settembre, quando le perizie che sconfessano la versione che tutti i media hanno dato della vicenda saranno oggetto di un seduta davanti al Gip Giacomo Ebner.Ovvio che i difensori di Ciro Esposito e la sua famiglia reagiscano con veemenza: “E’ assolutamente inverosimile ed azzardata la ricostruzione della difesa di De Santis”.

Alla luce di quanto si apprende oggi ecco una possibile ricostruzione di come potrebbero essere andate le cose in quel pomeriggio del 3 maggio 2014, giorno della finale di Coppa Italia Fiorentina-Napoli, vicino allo Stadio Olimpico di Roma. I pullman dei tifosi del Napoli stavano transitando nei pressi del circolo Ciak dove vive Daniele De Santis: questo potrebbe aver sparato alcuni mortaretti contro gli autobus. A questo punto i tifosi del Napoli potrebbero averlo aggredito anche con un coltello serramanico. De Santis potrebbe aver sparato ferendo Ciro Esposito e altri tifosi partenopei. Una conclusione? Se si vuole stare fuori dai guai, spesso è possibile farlo.

Ecco gli articoli legato al caso di Ciro Esposito:

 

 

 

 

Caso Yara aggiornamenti

Caso Yara aggiornamenti: “Dna su Yara inattendibile”, Bossetti vuole ripetere test

Un passo dal cielo 3 anticipazioni

Caterina Shulha, Un Passo dal Cielo 3: intervista esclusiva