in

Morte Desirée news: fermati due uomini, indiscrezioni agghiaccianti dalla autopsia

Aggiornamento ore 10:40 – Dopo i due senegalesi bloccati durante la notte, la polizia ha rintracciato un terzo individuo le cui generalità non sono al momento note. Gli inquirenti starebbero cercando almeno un altro complice. Ci sarebbe anche una quarta persona indagata. Si indaga per violenza sessuale di gruppo, cessione di stupefacenti e omicidio volontario.

*****

Roma, morte Desirée Mariottini ultime news: svolta nelle indagini relative alla 16enne trovata senza vita in uno stabile occupato nel quartiere romano di San Lorenzo, luogo di spaccio e bivacco per senzatetto. Apprendiamo infatti dall’Ansa che nelle scorse ore sono state arrestate due persone dalla squadra mobile di Roma e del commissariato San Lorenzo.

Leggi qui —> Sedicenne trovata morta in edificio occupato da senzatetto: è stata uccisa?

Morte Desirée: chi sono i due fermati per il suo omicidio

Si tratta di due uomini senegalesi, irregolari in Italia, Mamadou Gara di 26 anni e Brian Minteh di 43. Entrambi sono ritenuti responsabili, in concorso con altre persone ancora in via di identificazione, di violenza sessuale di gruppo, cessione di stupefacenti e omicidio volontario. Secondo le prime agghiaccianti indiscrezioni emerse dalle indagini e dalla autopsia, infatti, la ragazzina – deceduta nella notte a cavallo tra il 18 e 19 ottobre scorso – sarebbe stata drogata e poi abusata sessualmente quando era in uno stato di incoscienza da parte di più persone. A confermarlo sono le indagini condotte dalla squadra mobile di Roma e dal commissariato San Lorenzo. L’attività, svolta sotto il coordinamento della Procura, ha accertato che i due clandestini fermati, insieme con altre persone, avrebbero somministrato stupefacenti alla minore il pomeriggio del 18 ottobre al fine di indurla da ridurla in stato di incoscienza e potere abusare di lei.

Desirée stuprata, resa incosciente e violentata da più persone

Ieri, mercoledì 24 ottobre, la polizia ha ascoltato in Questura alcuni testimoni che il giorno della morte di Desirée e nei giorni precedenti hanno frequentato lo stabile abbandonato in via dei Lucani, nel cuore di San Lorenzo, dove è stata trovata morta la minorenne. Alcuni di loro avrebbero riferito di avere visto la giovane entrare e uscire dall’edificio nei giorni precedenti la morte; si parla di rapporti sessuali in cambio di dosi di droga, tuttavia l’indiscrezione non è stata ancora confermata dagli inquirenti. Le indagini si sono concentrate su sei persone in particolare, e oltre ai due senegalesi fermati in queste ore, le forze dell’ordine starebbero ricercando nello specifico altri due uomini. “I vermi pagheranno” – ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervenuto sulla vicenda – “Grazie alle forze dell’ordine. Farò di tutto perché i responsabili di questo orrore paghino fino in fondo, senza sconti, la loro infamia”.

Leggi anche: Desirée Mariottini stuprata e uccisa a Roma: «Le avevano messo una coperta fino alla testa. Non so se respirava ancora!»

Quello che devi sapere per raggiungere l’aeroporto di Ciampino

Donna scomparsa nel Ragusano: abbandona i 5 figli e sparisce, l’ira del marito di Giusy