in ,

Morte Domenico Maurantonio: genitori puntano dito su 6 compagni di classe e dicono ‘no’ ad archiviazione

Morte Domenico Maurantonio: la famiglia dello studente padovano 19enne, morto in gita a Milano in circostanze misteriose, si oppone con forza alla richiesta di archiviazione delle indagini presentata dalla Procura che, alla luce degli accertamenti fatti, ha dedotto che il ragazzo il 10 maggio 2015 precipitò dal quinto piano dell’Hotel Da Vinci, dove alloggiava con la sua classe di liceo, per un tragico incidente e non perché qualcuno lo spinse nel vuoto con azione volontaria.

>>> Morte Domenico Maurantonio, Procura chiede archiviazione: “Fu incidente” <<<

I legali dei genitori di Domenico Maurantonio hanno infatti chiesto al Gip che dovrà pronunciarsi in merito alla istanza di archiviazione di effettuare nuove e più approfondite indagini su sei compagni del figlio presenti in hotel con lui poco prima che precipitasse nel vuoto dal quinto piano dell’albergo. È emerso dall’udienza a porte chiuse che si è svolta davanti al gip di Milano Paolo Guidi, che ora dovrà decidere se accogliere questa richiesta o dare l’ok alla archiviazione del fascicolo.

Leggi anche: DOMENICO MAURANTONIO TENUTO A TESTA IN GIU’ PRIMA DI PRECIPITARE?

L’avvocato dai coniugi Maurandonio, Eraldo Stefani, avrebbe chiesto nello specifico l’analisi genetica sul Dna trovato sulla mano di Domenico che, alla luce delle risultanze della perizia di parte, a detta del difensore venne tenuto fuori dalla finestra per le gambe prima di cadere nel vuoto.

 

morto cino tortorella

Cino Tortorella morto, il commosso ricordo di Cristina D’Avena: “A lui devo tutto”

giuseppe giofrè

Giuseppe Giofré Instagram: tutte le curiosità sul ballerino