in ,

Morte Fortuna Loffredo: misteri e bugie nel palazzo degli orrori

“Chi sa, parli. O muoia dannato”. Queste le parole di Mimma Guardato, la mamma di Fortuna Loffredo, “Chicca” per la famiglia, morta dopo esser precipitata dal 7° piano del palazzo in cui abitava, nel Parco Verde di Caivano, a Napoli. La donna continua a chiedere giustizia per la sua bambina che, come ha rivelato l’autopsia sul suo corpicino, dall’età prescolare subiva ripetute violenze sessuali. “È qui, il mostro che ha seviziato e ammazzato la mia Fortuna sta in mezzo a noi” – ha detto la donna in preda alla disperazione – “Abita in questo edificio o al massimo nella scala di fronte. È pronto ad ammazzare altri bambini, ad abusare dei loro corpi”.

Gli inquirenti che indagano sul caso combattono contro l’omertà dilagante in quel quartiere, e dal 24 giugno scorso, giorno della morte della bimba, cercano di dare nome e cognome al suo assassino. Secondo le ultime indiscrezioni, tuttavia, avanzerebbe l’ipotesi che chi ha abusato di Fortuna non sia la stessa persona che l’ha scaraventata dal balcone. Al momento non si sa nemmeno se la piccola sia stata buttata giù dal 7° piano o se qualcuno l’abbia uccisa e, solo in un secondo momento, l’abbia trasportata nel selciato sotto casa.

Secondo le ricostruzioni fatte dagli inquirenti, Fortuna “conosceva bene e si fidava molto” dell’orco che l’ha violentata. Gli esperti che hanno analizzato i disegni della piccola, inoltre, hanno notato dei cambiamenti nei suoi modi di dipingere il mondo: all’improvviso la piccola ha smesso di disegnare il sole e figure di uomini adulti. “La bambina aveva paura, era terrorizzata per qualcosa o da qualcuno”, affermano gli esperti psichiatri e psicologi che hanno studiato i suoi disegni. Dalle ricostruzioni fatte dagli inquirenti emergono anche altri dettagli, confermati dall’avvocato della famiglia Loffredo, Angelo Pisani, al settimanale “Giallo”: “Abbiamo forti sospetti che l’omicidio non sia immediatamente successivo alle violenze sessuali che la bambina ha subito prima di morire”.

maltempo alluvione morti feriti cremona varese biella chiavari portoguraro

Alluvione Chiavari: trovati i corpi della coppia dispersa, stato di allerta esteso

GERUNDIO